Video

PROCIDA: UN PAREGGIO IMPORTANTE

 

Altro grandissimo risultato esterno del Procida che strappa un punto allo Stasia sulla terra battuta del “De Cicco”. Un pareggio pesantissimo per gli isolani che danno così continuità alla grande vittoria di Bacoli ottenuta una settimana fa. Una prestazione di cuore quella dei biancorossi, che hanno sofferto un po’ di timidezza nelle battute iniziali prima di sbloccarsi definitivamente nella fase finale dell’incontro. Mister Cibelli deve far fronte agli ultimi stravolgimenti di mercato con l’addio dell’ultim’ora di Massimo Minauda, passato definitivamente al Campania Ponticelli, e all’indisponibilità dei due ultimi arrivati Giuseppe Gagliardi, centrocampista ’93, ma soprattutto Luca Borrelli, centravanti classe ’89. Il primo ha incontrato difficoltà di tesseramento per un caso di omonimia non risolto dal sistema informatico della federazione, Borrelli ha invece appena recuperato da un infortunio muscolare. Spazio quindi al nuovo acquisto Pellini al centro della difesa al fianco di Malgieri con Ciro Autiero dirottato sulla sinistra e Liccardo a destra. Foti si riprende una maglia da titolare davanti alla difesa dopo l’esclusione di Bacoli con Muro e Sabia mezz’ali mentre i fratelli Costagliola agiscono a supporto della punta centrale Petricciuolo. Stesso schieramento anche per lo Stasia di Mister Baratto che sceglie Montaperto come perno centrale del suo attacco sacrificando Marco Stellato. Cardone e Nucci sono i due esterni mentre gli ottimi Sardo e Vacca agiscono ai lati di capitan Di Costanzo. Come già detto è un Procida timido nelle prime fasi, soprattutto nella fase d’impostazione : la squadra biancorossa non ha ancora raggiunto, dal punto di vista mentale, i risultati che riesce ad avere dal punto di vista tattico e tecnico e spesso paga un pizzico di cattiveria e malizia nei confronti degli avversari. Ed è ciò che è accaduto a Sant’Anastasia, contro una squadra che ha fatto del gioco maschio e dell’agonismo un segreto per tanti anni. Inizio quindi prevalentemente di marca anastasiana con la conclusione al 5’ di Sardo che sfiora la traversa dal limite dell’area di rigore. Un minuto più tardi ci prova Nucci con una deviazione volante su un cross tagliato dalla bandierina di Di Costanzo ma Bardet respinge la conclusione. Al 10’ bella punizione di Alessio Foti che dalla lunga distanza manda la palla di poco a lato. Al 14’ ci riprova Sardo da venticinque metri, ma il tiro del forte centrocampista locale viene bloccato in due tempi da Bardet. E’ lo Stasia a fare la partita con il Procida che bada prevalentemente a difendersi per poi innescare i fratelli Costagliola per le ripartenze. Al 28’ ci prova Vincenzo Petricciuolo con una girata dal limite che termina alta sopra la traversa. Al 32’ Sardo calcia una punizione dai venti metri con la sfera che finisce fuori alla sinistra di Bardet. Il Procida sembra gestire bene gli attacchi dello Stasia ma cade al 39’ : cross di Sardo dalla sinistra, Montaperto viene lasciato libero di colpire la palla di testa nel centro dell’area di rigore procidana, sponda dell’esperto centravanti per l’accorrente Vacca che in girata trafigge Bardet con una conclusione secca sotto la traversa. Padroni di casa in vantaggio con una bella combinazione Montaperto-Vacca, bravi a sfruttare una distrazione del reparto difensivo procidano. Si chiude così un primo tempo di chiara marca anastasiana. Nella ripresa rientra in campo un Procida decisamente più vivo, capace anche di mantenere il baricentro più alto rispetto alla prima frazione di gioco. Le azioni tardano però ad arrivare e bisogna aspettare il 22’ per vivere la prima emozione : Cardone, dopo un’azione personale, scarica la palla indietro per Aliperta, cross del difensore locale e gran conclusione di Sardo che si vede strozzare in gola l’urlo del gol da un intervento clamoroso di Massimo Malgieri che di testa salva sulla linea di porta. Incredibile occasione da gol per lo Stasia e Procida salvato da un intervento miracoloso del proprio capitano. Al 26’ cross di Lorenzo Costagliola, il portiere Ferreri esce ma si fa scappare la palla dalle mani con Petricciuolo che appoggia per l’accorrente Foti il cui tiro termina debolmente sul fondo. Al 34’ rilancio dalle retrovie, Stellato sfugge in velocità a Pellini e prova il pallonetto con Bardet che blocca la sfera in due tempi. Al 43’ cross dalla sinistra su punizione di Sardo e deviazione aerea di Vacca che sfiora la traversa della porta difesa da Bardet. Al 44’ punizione dall’altro lato, Foti s’incarica della battuta a trenta metri dalla porta e prova la conclusione con la palla che termina la propria corsa nel set alla destra di Ferreri. Magistrale conclusione di Alessio Foti che sigla così il suo secondo gol stagionale dopo quello casalingo al Casalnuovo. E’ un gol pesantissimo che permette al Procida di ottenere un punto fondamentale per il proseguo del campionato. Nei minuti di recupero non ci sono occasioni da segnalare con gli isolani che possono così festeggiare il raggiungimento di un altro importante risultato esterno, ad una settimana da un altro big match contro il Quarto che chiuderà il girone d’andata.

di MARIO LUBRANO LAVADERA

STASIA SOCCER 1 – 1 ISOLA DI PROCIDA

STASIA SOCCER : Ferreri 5,5, Di Grezia 5,5, D’Auria 6, Ayari 6,5, Aliperta 6, Vacca 7, Cardone 6, Di Costanzo 5,5, Montaperto 5,5 (10′ s.t. Stellato 6), Sardo 6,5, Nucci 5,5 (22′ s.t. Foglia 6). (In panchina Plesinger, Cangiano, Maione, Boccarusso, Giordano) All. Baratto Giovanni 6

ISOLA DI PROCIDA : Bardet 6,5, Liccardo 6, Autiero C. 7, Foti 6, Pellini 6, Malgieri 6,5, Muro 6,5, Sabia 5,5 (13′ s.t. Quaranta 5,5), Petricciuolo 6, Costagliola A. 6 (44′ s.t. Noviello s.v.), Costagliola L. 6,5 (In panchina Scotto di Marrazzo, Autiero P., Visaggio, Ciampaglia, Cibelli) All. Cibelli Francesco 6,5

ARBITRO : Cesarini Matteo di Civitavecchia 6 (ass. Picariello di Avellino e Esposito di Benevento)

NOTE : calci d’angolo 4-3 per lo Stasia. Ammoniti Di Grezia (S), Autiero C. (P). Durata p.t. 45′, durata s.t. 48′. Spettatori 100 circa.

Have your say