Teleischia
Politica

FORIO Nero su bianco, il comune lascia lo stabile del Green Flash

FORIO. Importante riunione di Giunta oggi a Forio, con diversi punti all’ordine del giorno. Ma sicuramente il più interessante ed anche il più atteso un po’ da tutti è quello sulla revoca del fitto, ritenuto troppo esoso, dei locali dell’ex hotel Green Flash, sede attuale del Municipio.

Riusciamo a scambiare qualche battuta “a caldo” con l’assessore Luciano Castaldi, appena uscito dalla riunione di giunta, proprio per avere conferma diretta di quanto si ipotizzava all’esterno tra gli addetti ai lavori…

“ E’ stata una seduta di Giunta molto importante quella di oggi, perché abbiamo affrontato argomenti finanziari che consentono alla macchina amministrativa di continuare a svolgere la propria attività ordinaria, in attesa del nuovo Bilancio. Ma soprattutto abbiamo iniziato l’iter per rivedere tutta una serie di contratti che impegnano e pesano molto sul Bilancio Comunale, proprio come quello dell’immobile che ospita gli uffici comunali. Lo avevamo detto più volte in campagna elettorale, non potevamo non essere coerenti. L’idea è quella di ritornare presso la vecchia sede o in subordine rivedere il prezzo della locazione per assicurare un risparmio per le casse del Comune. Tutto ciò è reso possibile grazie alla spending review che consente entro il 31 dicembre di revocare e rescindere i contratti. Tutto questo nell’ottica del risparmio, visto che nell’ultimo decennio in questo comune sono state fatte spese esagerate e ingiustificate.”

Ci sono i tempi per annullare il contratto?
“Certamente; anzi a questo proposito voglio sottolineare che tutta la maggioranza si è unita su questo argomento. Ci sono delle difficoltà tecniche che bisogna superare ma i nostri tecnici stanno svolgendo un ottimo lavoro per portare a termine questa iniziativa. Comunque è un contratto assurdo e spero che la Corte possa analizzare e vagliare i fatti e gli atti; noi non potevamo continuare ad accettare una spesa che andava contro gli interessi finanziari dell’Ente.”

Problemi sul trasloco?
“Anche qui ci sono delle difficoltà tecniche perché gli spazi del vecchio municipio non sono del tutto sufficienti; questo sarà il difficile compito dei tecnici e dei dirigenti che da un lato dovranno cercare di risolvere come meglio possibile la transazione per la chiusura dell’ex Green Flash (struttura che ovviamente andrà restituita ai proprietari come era prima e quindi ci sono delle spese da fare) e dall’altro come meglio utilizzare gli spazi di Piazza Municipio. Per ampliare gli uffici mi permetto di suggerire per esempio che la sede del Regno di Nettuno potrebbe essere trasferita alla Colombaia, dando così maggiore importanza e lustro, in una sede prestigiosa come è la Villa che fu di Visconti; per questo il delegato al Patrimonio l’avvocato Michele Regine sta curando nei migliori dei modi la vicenda.”

E per quanto riguarda l’Asilo verrà spostato nell’attuale sede dei Vigli Urbani?

“ Questo è un argomento che abbiamo per il momento sospeso, perché vogliamo approfondire meglio la tematica; anche se l’orientamento è quello, perché l’edificio di via Sant’Antonio Abate è stato acquistato proprio per quel fine. Ma dobbiamo stare attenti a non perdere dei finanziamenti che sono stati accordati. L’argomento non è facile perché, per come si è ingarbugliata la situazione dobbiamo, come detto, anche ripristinare lo stato dei luoghi del Green Flash che in questi anni ha avuto delle trasformazioni strutturali interne”.

di Vincenzo Savarese

 

POTREBBE INTERESSARTI

PROCIDA. CONVOCATO IL CONSIGLIO COMUNALE PER IL 21 NOVEMBRE ALLE 14.30

Redazione-

ISCHIA. VENERDI’ 18 NOVEMBRE ALLA BIBLIOTECA ANTONIANA LA PRESENTAZIONE DE “I PROGRESSISTI AL COMUNE DI FORIO” DI NICOLA LAMONICA

Redazione-

ANCIM. DEL DEO: “ISOLE MINORI, CHIESTO UN INCONTRO CON IL MINISTRO MUSUMECI”

Redazione-

TURISMO. SANTANCHE’: “IL REDDITO DI CITTADINANZA HA IMPATTATO MOLTISSIMO SUL SETTORE”

Redazione-

DECRETO AIUTI TER, VIA LIBERA DELLA CAMERA

Redazione-