Video

DINOLFO : “SODDISFATTO DI COME HA RISPOSTO LA SQUADRA”

C’è delusione in casa Barano per la sconfitta di Poggiomarino che ha visto interrompere a sei la striscia di risultati utili consecutivi degli aquilotti. Tuttavia la formazione di Dinolfo non ha subito una disfatta al campo “Europa” nonostante la forza dell’avversario ed un numero di assenze che rendeva il compito ancor più arduo. A fare la differenza è stato il maggior cinismo della formazione locale che ha potuto contare su un bomber di razza come Luca Balzano, lo scorso anno capocannoniere del girone B del campionato di Eccellenza con 25 reti quando vestiva la maglia della Scafatese. Il tecnico del Barano Thomas Dinolfo è ritornato sull’isola, dopo la sconfitta, con tanta delusione senza però rimproverare nulla ai suoi per la prestazione sfornata in quel di Poggiomarino. “Purtroppo è andata com’è andata – commenta Dinolfo – il calcio è fatto di episodi e di mille circostanze che ci sono nell’arco di novanta minuti ma mi sento di dire che il Barano esce da questa sfida a testa alta. La partenza dei ragazzi è stata incoraggiante nonostante dovessimo sopperire ad assenze pesanti come quelle di Saurino e Cerullo a centrocampo e Faustino Oratore in attacco. Abbiamo avuto alcune situazioni interessanti, soprattutto con Sogliuzzo e Mattera, ma su un loro capovolgimento di fronte, all’ultima azione del primo tempo, c’è stato un calcio di rigore concesso per fallo di Di Dato su Balzano. Il mio calciatore mi ha confessato anche al termine dell’incontro di non aver minimamente commesso fallo ma fatto sta che in questa occasione siamo andati sotto di un gol. Nella ripresa la squadra non si è persa d’animo ed in campo è risceso un Barano all’altezza della situazione. Poi il gol a dieci minuti dalla fine ci ha tagliato le gambe e lì si è chiusa la gara.” Questa sconfitta fa sprofondare il Barano a meno dieci dalla vetta della classifica con Atletico Vesuvio e Campania Ponticelli che sembrano attualmente superiori alla formazione bianconera. Se nel corso del girone d’andata si era parlato di un Barano decisamente all’altezza delle primissime della classe, nonostante la partenza ad handicap, ora il mercato dicembrino ha ridefinito le gerarchie con calciatori come Giuseppe Liccardi, Cozzolino, Bottone e lo stesso Balzano che vanno a rinforzare di parecchio le formazioni di testa. “Purtroppo le squadra di testa si sono rafforzate e non poco – afferma Dinolfo – e per noi diventa un’impresa andare a riprenderle. Si tratta di società che avevano programmato un campionato d’alta classifica già a giugno e che a dicembre hanno ancor di più migliorato il proprio organico. A Barano, come giusto che sia, si guarda principalmente ad esigenze di budget, per cui, salvo sorprese, la rosa a mia disposizione rimarrà questa. Noi comunque ce la matteremo tutta in ogni gara come stiamo facendo e siamo consapevoli del fatto che stiamo svolgendo comunque un grande lavoro.” Non bisogna tuttavia fare drammi dopo questa battuta d’arresto perché il campionato è lungo ed il Barano ha il vantaggio di giocare senza particolare assilli di classifica. Già sabato il campionato presenta l’opportunità di riscattarsi, al “Di Iorio”, contro la Boschese.

di MARIO LUBRANO LAVADERA

Have your say