Teleischia
Attualità News

GENNARO SAVIO, PCIML: “ISCHIA: ANCHE QUEST’ANNO LA GABELLA DI DIECI EURO PER ZTL DI RESIDENZA”

Gennaro Savio interviene con un comunicato in cui stigmatizza il sindaco Enzo Ferrandino per non aver mantenuto la parola sull’abolizione del pagamento di 10 euro per l’ingresso alle ztl:

“Un anno fa, e precisamente nel gennaio 2018, il Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista guidato dal Segretario generale, Domenico Savio, portò avanti una decisa battaglia politica e sociale contro la vergogna della gabella annuale imposta dall’amministrazione comunale di Ischia ai residenti e agli invalidi delle zone a traffico limitato i quali, per ottenere il lasciapassare per potersi ritirare a casa, ogni anno, e per ogni singolo autoveicolo o motociclo posseduto, devono sborsare dieci euro. Si tratta di un balzello ai danni dei cittadini che rappresenta un vero e proprio affare economico per le casse comunali. Infatti si stima che i richiedenti siano circa duemila per un incasso di circa ventimila euro annui. Ebbene, a seguito delle vibrate proteste del PCIM-L, nel corso del filo diretto che tenne con la cittadinanza nel febbraio 2018 sul suo Profilo FaceBook, il sindaco Enzo Ferrandino, rispondendo al messaggio con cui personalmente gli chiesi anche in quella occasione l’eliminazione dell’assurda gabella, annunciò che ai cittadini la dieci euro non sarebbe stata più richiesta annualmente ma solo la prima volta che avrebbero richiesto il lasciapassare per la ZTL.  “Per la questione delle dieci euro – dichiarò allora Enzo Ferrandino – anche io trovo che questa sorta di indennizzo di dieci euro non debba essere annuale ma eventualmente una tantum e serve anche a responsabilizzare il cittadino che tende a presentare richiesta per l’accesso nelle zone a traffico limitato”.  Sin qui le dichiarazioni di Ferrandino.  Purtroppo, però, alle parole di un anno fa che suonavano come un impegno concreto a tal riguardo, il Primo cittadino non ha fatto seguire i fatti e così tutti coloro che in questi giorni si stanno recando presso gli Uffici del Comando di Polizia Municipale per rinnovare il permesso a poter accedere nella ZTL di residenza, anche quest’anno sono costretti a pagare l’odiosa gabella. Invalidi compreso: assurdo! Un sindaco che volesse dare almeno una parvenza di serietà all’impegno preso un anno fa con la cittadinanza, dopo questo nostro servizio giornalistico si attiverebbe immediatamente per deliberare l’annullamento di questa odiosa gabella rimborsando i pochi cittadini che in questi giorni l’hanno pagata. Lo farà? Staremo a vedere.  Intanto il Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista, il quale nonostante non sia presente in Consiglio comunale rappresenta nel paese  l’unica e credibile forza politica di opposizione all’Amministrazione Ferrandino, continuerà a chiedere con forza che venga immediatamente abolita la gabella della vergogna e a battersi affinché ciò avvenga quanto prima”.

POTREBBE INTERESSARTI

GUARDA IN TV. ISCHIA INTERNATIONAL SCHOOL FESTIVAL ALLE 21.05 IL FESTIVAL DELLA CANZONE MARINARA

Redazione-

LINEA DI CONFINE. LA STORIA DEL PROGETTO SPORTABILITÀ

Redazione-

ISCHIA. “SOTTO ATTACCO”, IL LICEO STATALE “G. BUCHNER” RICORDA GIANCARLO SIANI (SERVIZIO TV)

Redazione-

BARANO. DISCARICA TERONE: “NOI RESIDENTI COSTRETTI DIVENTARE VIGILANTES ANTI- DEGRADO”

Redazione-

CORONAVIRUS. DATI NAZIONALI 23 MAGGIO, NUOVI CONTAGI 9.820 E 291 LE TERAPIE INTENSIVE

Redazione-