Teleischia
Senza categoria

ANTONIO BANDERAS, LA VERA STAR DELL’ISCHIA GLOBAL 2015

E’ indubbiamente lui la grande vera guest star di questa 13esima edizione dell’ischia global fest, e lo dimostra l’attesa che si respirà tra i saloni dell’albergo della regina isabella di lacco ameno, in attesa del suo arrivo: ed eccolo, antonio banderas, che a vederlo già sorprende nella statura, per ch ricorda le gesta del cavaliere mascherato…circondato da poliziotti e guardie del corpo, scende dal piano superiore dell’albergo e, con i cappellino indossato all’incontrario e la maglietta color arancio, si da a fotoreporter e cineoperatori che lo ritraggono sulla balconata esterna, quella classica dove divi e dive si sono già fatte ritrarre, con il fungo sullo sfondo.

Poi, il passaggio nella sala conferenze, per raccontarsi ai giornalisti:

25 anni che vive tra new york e londra, ma non ha mai dimenticato le sue origini latine. L’emozione che vive in questi giorni ad ischia è quella di un luogo dove gli attori hanno ancora un volto umano, non ci sono ancora le luci di hollywood o lo sfarzo di cannes. Una sensazione che sembra condividere, questa, per un antonio banderas che ricorda le sue prime volte dinanzi alla macchina da presa: “mi avevano detto che il buono era il più bello, mentre il cattivo era quello più truce, ma non è stato così”; ed il riferimento a “la maschera di zorro” è immediato: “all’improvviso mi sono trovato a fare il buono con il volto mascherato e il cattivo che era biondo, capelli lunghi, occhi azzurri….

Un attore che si è inventato più volte, ma che non ha smesso il desiderio di cercare sempre nuove strade, nuove sfide: ha progetti nella moda, nel teatro, nel cinema, prepara un nuovo film da regista e intanto insegue il sogno di interpretare Picasso “che abitava a tre isolati da casa mia”: a 54 anni Antonio Banderas è in piena seconda vita. Star di Ischia Global, in attesa che esca il nuovo film di Terrence Malick, annuncia che sarà “Gianni Versace con la regia di Bille August, sarà fantastico interpretare un personaggio così speciale”.

Ma dice che non ha ancora fatto la cosa per quale sarà ricordato: “La Campania e Ischia sono luoghi contagiosi, in particolare per me, che – da spagnolo – ho trascorso tanti anni negli Stati Uniti. . “Oggi è tutto un grande circo, preferisco eventi più piccoli, quasi dei meeting come qui ad ischia.”

Non poteva mancare il riferimento alla pubblicità che per banderas non è qualcosa di disdicevole: “Antonio dov’è Rosita?”, la domanda che tutti si aspettavano. “Adoro la parodia di Crozza”, dice autoironico l’attore disponibile ed affabile con la stampa. “Ci sono i soldi ovviamente ma anche la fiducia verso un progetto, quegli spot parlano di famiglias e di valori ed io li sposo in pieno. Ho firmato un contgratto per sei anni, sono coinvolto nella parte creativa e per algtri due anni sarò l’uomo del mulino, adoro quelle storie”.