Teleischia
Senza categoria

I CACCIATORI CONTRO IL GEOTERMICO: NESSUNO TOCCHI L’ULTIMO PARADISO QUEL “BUCO” NON S’ HA DA FARE

Il progetto Geotermico ”partorito” per Ischia in molti non sanno neanche che esista; è stato denominato “Impianto Pilota Serrara Fontana”. In pratica si vuol fare un “buchetto” di 1400 metri (millequattrocento!) sul monte Epomeo, proprio nei pressi di quella che una volta era la bocca di un vulcano e prevede la costruzione di un impianto di circa 5.000 metri quadrati.

Bene, anzi benissimo e complimenti a chi ha avuto l’idea! Una “splendida idea” che, traendo flussi geotermici dal sottosuolo, “dovrebbe” rendere i comuni di Serrara Fontana e Forio indipendenti dal punto di vista energetico, motivandone l’importanza “sociale”. Il carattere sperimentale del progetto, per cui è stato classificato “pilota”, prevede la perforazione di pozzi i cui esiti potrebbero essere leggermente diversi da quelli ipotizzati.

Come a dire: ci proviamo, ma non è detto che la cosa sia certa, e soprattutto che sia sicura! Non solo da cacciatore, ma anche da chi su quest’isola ci vive da sempre, alla notizie di questa “bella iniziativa”, mi sono venuti alla mente tutti quei luoghi stupendi della nostra amata isola, irrimediabilmente “scempiati dal cemento selvaggio”, per poi passare a tutte le altre cose belle che avevamo e, non da ultimo, a quel mare trasparente oramai “velato” da quella schiuma bianca di cui tutti ne conoscono la provenienza e nessuno mai si prende la briga di “formulare un progetto pilota supportato da eventuale depuratore”…vergogna!

Da cacciatore però, e solo da cacciatore, mi ritornano alla mente “quella quarantina di signori del WWF” che, puntualmente ogni anno, da aprile a maggio, tra una fava ed un pisello, contribuiscono alla totale salvaguardia della fauna migratrice dagli “stormi” di bracconieri presenti sull’isola!

Beh, adesso certamente saranno affaccendati in tutt’altre faccende affacendati… mica siamo in primavera!! !e poi qui ci sono ben altri interessi che assolutamente non vanno toccati.Però, c’è un però: dove sono e cosa stanno facendo tutti gli ambientalisti “nostrani”, sempre pronti ad “impettirsi” dinanzi ad un obiettivo con in mano i vari “corpi del reato” come uccelli feriti, cartuccelle e scoppettelle varie?

Beh, si vede che anche loro saranno affaccendati in tutt’altre faccende affacendati…..(i puntini hanno un significato che al momento opportuno specificherò) mica siamo in inverno!

Comunque sia e comunque andrà, si sappia fin da ora che tutte le associazioni venatorie saranno fortemente coese affinchè nessun “calcio venga dato al “gigante che dorme”, noi cacciatori amanti e conoscitori assoluti della natura e di quel poco di verde che ci rimane, non consentiremo mai e poi mai a chicchessia che il “nostro vulcano, possa soffiare, e soffiare forte … al suo inevitabile risveglio”.

 

Di Antonio BUONO*

*Cacciatore a vita