Teleischia
Cronaca

REQUIEM PER UNA SPIAGGIA: CIO’ CHE RESTA DI CAVA DELL’ISOLA VERSO L’ENNESIMA CHIUSURA

Non c’è pace per Cava dell’isola, la spiaggia di Forio verso una nuova chiusura.
Ieri gli uomini della guardia costiera hanno raggiunto il lido foriano e hanno intimato ai bagnanti di lasciare la spiaggia e di non accedervi più.
Questo ennesimo atto di chiusura giunge in seguito ad una serie di segnalazioni sullo stato di pericolo in cui versa la spiaggia; pericolo rappresentato questa volta non dal costone, ma dalla recinzione realizzata l’anno scorso dal comune, che adesso è arrugginita, e presenta dei ferri sporgenti. Negli ultimi tempi gli stessi utenti della spiaggia avevano lamentato lo stato di incuria dell’arenile; e su facebook erano state pubblicate fotografie di denuncia rimbalzate poi dai mass media, ai politici di opposizione alle stanze del comune di Forio.
Tanto che l’amministrazione sembrava si stesse decidendo a rimuovere i ferri pericolosi. Era anche stato effettuato un sopralluogo per valutare la situazione. Intanto però nulla è stato fatto, la burocrazia si è messa in moto e ora la spiaggia è destinata ad essere nuovamente off limits per chissà quanto tempo.
Immediato lo sdegno dei frequentatori di Cava che hanno affidato a facebook la loro rabbia: “Minacciare i bagnanti – si legge in rete – è assurdo.La spiaggia è stata deturpata da speculatori affiancati da politici conniventi”.
Ricordiamo che fu proprio il 2014 l’anno più terribile per Cava dell’isola: dopo la frana di parte di un costone per buona parte dell’estate la spiaggia si trovò in un tira e molla di chiusure e riaperture. Nacquero anche vari gruppi tipo: “Salviamo cava dell’isola” e “ salviamo cava dell’isola dall’abusivismo e dall’abbandono”. Dopo la recinzione di parte della spiaggia con la famigerata rete di ferro, si sollevò un’ondata di indignazione per la bruttura realizzata.
Cava dell’isola la spiaggia libera per antonomasia resa simile ad un carcere, bisogna dire che è un vero schiaffo non solo all’estetica, ma all’idea stessa che per molti quella spiaggia rappresenta. Ma se è vero che non c’è fine al peggio, chissà quali altre nefandezze attendono ciò che rimane di Cava.

la foto è stata scattata da Miro Iacono 

POTREBBE INTERESSARTI

GUARDA IN TV, IN DIRETTA FACEBOOK E SUL WEB LA COMMEDIA “A CHE SERVONO QUESTI QUATTRINI”. IN ONDA DOMANI ALLE 10.30

Redazione-

ISCHIA. MARE SPORCO AI MARONTI, BAGNANTI INDIGNATI

Redazione-

CENTRO ANTIVIOLENZA ISCHIA. INCONTRO PER COMUNICARE LE NUOVE INIZIATIVE. “RIPARTIAMO CON PIÙ ENERGIA!”

Redazione-

CORONAVIRUS. DATI NAZIONALI 06 LUGLIO, 107.786 NUOVI CONTAGI, 51.183 GUARITI

Redazione-

COMMISSIONE REGIONALE LAVORO: AUDIZIONE SU LAVORO NERO E SOTTOPAGATO

Redazione-