Teleischia
Attualità News

ISCHIA PONTE, GENNARO SAVIO: ” IL PCIM -L CHIEDE DI ABOLIRE LE STRISCE BLU”

Ischia, Il PCIM-L chiede l’abolizione delle strisce blu ad Ischia Ponte, affinché si garantisca ai cittadini il diritto gratuito al parcheggio. Gennaro Savio: “Sul piazzale delle alghe strisce blu tracciate quasi a mare, a Ischia il Sindaco Enzo Ferrandino continua a penalizzare il diritto al parcheggio degli ischitani mentre con i nuovi stalli aumenteranno gli affari per la ditta appaltatrice, che vergogna!”

 di Gennaro Savio

strisce blu 1

Intanto agli automobilisti ischitani continuano a giungere multe a bizzeffe e nonostante questo Enzo Ferrndino non avverte il dovere di rendere più chiara la segnaletica agli ingressi delle ZTL con la messa in funzione dei semafori così come il PCIM-L chiede da mesi. Evidentemente fa comodo così… Gli ischitani si ricordino alle prossime elezioni di tutte le vergogne politiche e sociali subite dall’attuale amministrazione tra l’altro intenta, in questi giorni, a chiudere l’accordo di potere con la minoranza di Gianluca Trani e Domenico De Siano, mentre il paese socialmente muore…

 Strisce blu tracciate quasi a mare. E’ accaduto in questi giorni nel piazzale delle Alghe a Ischia Ponte dove gli stalli gestiti da una ditta privata hanno fatto la loro comparsa ai piedi del Castello Aragonese, in uno degli scenari più belli al mondo.  E così, anziché adoperarsi per garantire il parcheggio gratuito ai cittadini di Ischia Ponte sostituendo con le strisce bianche quelle famigerate di colore blu presenti allo stradone e in via Giovan Giuseppe della Croce nel popoloso e popolare quartiere detto “Arrèt e chiazze”, il sindaco dimissionario Enzo Ferrandino impegnato da settimane a cercare di chiudere l’accordo di potere con la minoranza di Domenico De Siano e Gianluca Trani,  penalizzando ulteriormente il diritto al parcheggio degli ischiapontesi, ha aumentato il numero degli stalli blu  e con essi le possibilità di ulteriori incrementi economici per la ditta appaltatrice che gestisce la sosta a pagamento: che vergogna! Ma non è tutto. Infatti da ora in avanti ad un lavoratore che nel brevissimo lasso di tempo della pausa lavoro vorrà raggiungere in orario di apertura al traffico il piazzale aragonese per trascorrere giusto qualche minuto di relax, un caffè non gli costerà più un euro, bensì tre visto che due serviranno per parcheggiare l’auto: da non credere! Il Partito Comunista Italiano Maexista-Leninista guidato dal Segretario generale Domenico Savio, l’unica forza politica di opposizione presente a Ischia nonostante sia assente in Consiglio comunale, continuerà a battersi affinché prima o poi le strisce blu vengano definitivamente cancellate dal territorio comunale in quanto rappresentano solo uno strumento di “rapina” economica legalizzata ai danni degli automobilisti.

POTREBBE INTERESSARTI

SANITA’. L’APPELLO DEL CUDAS A RIATTIVARE LE ATTIVITA’ OSPEDALIERE SOSPESE

Redazione-

L’APPELLO DI GENNARO SAVIO AI CITTADINI DI ISCHIA E DELL’INTERA ISOLA: “CHI VUOLE DARMI UNA MANO MI CONTATTI”

Redazione-

PROCIDA. TRAGEDIA SFIORATA AL PORTO, INCIDENTE TRA UN’AUTO E DUE PEDONI

Redazione

CORONAVIRUS. DATI NAZIONALI 17 MAGGIO, NUOVI CONTAGI 30.408 E 318 LE TERAPIE INTENSIVE

Redazione-

VIOLENZA E DISAGIO GIOVANILE. COMITATO PER L’ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA IN PREFETTURA

Redazione-