Teleischia
Attualità News

SICUREZZA: LA GUARDIA DI FINANZA FA IL BILANCIO DELLE PROPRIE ATTIVITA’. PREVISTI POTENZIAMENTI DEI CONTROLLI PER L’ESTATE

Il comando generale della Guardia di Finanza, a 244 anni dalla fondazione del Corpo, trae un bilancio dell’ultimo anno e mezzo di attività, diffuso sull’intero territorio italiano. L’attività di repressione della criminalità economico – finanziaria, espletata costantemente dal Corpo delle Forze Armate che tutela il Bilancio dello Stato, si è sostanziata principalmente nei confronti dei “grandi evasori fiscali”, e delle mafie.

Nell’ultimo anno e mezzo le Fiamme Gialle sono riuscite a confiscare 2 miliardi e 300 milioni di euro a mille “grandi evasori fiscali”: quei soggetti il cui patrimonio è espressione di gravi reati tributari commessi; secondo una generale stima, ognuno di essi avrebbe sottratto al bilancio statale oltre 2 milioni di euro, creando una rete di fatture false, emesse o utilizzare in contabilità. Ma in questa categoria rientrano anche i soggetti delle frodi dette “carosello”, quelli cioè che costituiscono crediti IVA fittizi, o che ottengono indebite compensazioni di imposte e contributi. Ancora, l’attività del Corpo dipendente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, si estende anche alla lotta alla corruzione. 644 sono stati gli arresti per reati in materia di appalti e altri delitti contro la Pubblica Amministrazione. Se passiamo invece, all’ambito del narcotraffico e del traffico di esseri umani, allora i numeri aumentano: sono stati portati a termine 751 arresti per il reato di spaccio e detenzione di sostanze illegali e per lo sfruttamento del business dei migranti. Costante è stata anche la lotta alla criminalità organizzata. Le indagini patrimoniali contro le mafie hanno portato alla confisca  di beni e valori per 2 miliardi di euro, i quali sono stati ricondotti al possesso da parte dello Stato. Ulteriori 3 miliardi sono stati, inoltre, sequestrati, mentre le richieste di sequestro in corso ammontano a 4,6 miliardi di euro.  Anche la contraffazione fa male al Paese perché danneggia il made in Italy, svilendo il prestigio del marchio italiano nel mondo. Rientrano negli oltre 264 milioni di articoli sequestrati dalle Fiamme Gialle nell’ultimo anno e mezzo quelli propriamente contraffatti o con falsa indicazione del made in Italy, quelli non sicuri e i prodotti alimentari recanti marchi industriali falsificati o indicazioni non veritiere circa l’origine e la qualità.  Allo stesso tempo, i militari hanno oscurato o sequestrato 521 siti internet, utilizzati per commercializzare on line merce contraffatta. Ma La contraffazione non risparmia alcun settore: ne sono testimonianza le banconote, le monete, i titoli, i certificati e i valori bollati falsi sequestrati dal Corpo dal 1° gennaio 2017, per un valore complessivo di 12 milioni di euro. Denunciate 366 persone, 65 delle quali agli arresti. Infine, in termini di diretto intervento a favore dei cittadini, soprattutto di quelli che si trovano in difficoltà, ha operato nell’ultimo anno e mezzo il Soccorso Alpino della Guardia di Finanza, che ha eseguito 2.624 interventi in montagna, prestando aiuto a 2.873 persone. Un bilancio positivo che sprona il corpo ad incrementare la propria attività. Un piano straordinario di rafforzamento del dispositivo di sicurezza economico-finanziario nazionale è già in campo da parte della Guardia di Finanza per prevenire e contrastare fenomeni di illegalità diffusa, a tutela degli operatori nei settori economici che, proprio nel periodo estivo, vedono incrementare il proprio fatturato. Quest’estate saranno anche potenziate le attività della Guardia di Finanza connesse all’esercizio delle funzioni di controllo doganale in materia di commercio della fauna e della flora tutelate dalla Convenzione di Washington per contrastare i traffici illeciti di specie animali e vegetali in pericolo di estinzione.

POTREBBE INTERESSARTI

SANITA’. L’APPELLO DEL CUDAS A RIATTIVARE LE ATTIVITA’ OSPEDALIERE SOSPESE

Redazione-

L’APPELLO DI GENNARO SAVIO AI CITTADINI DI ISCHIA E DELL’INTERA ISOLA: “CHI VUOLE DARMI UNA MANO MI CONTATTI”

Redazione-

PROCIDA. TRAGEDIA SFIORATA AL PORTO, INCIDENTE TRA UN’AUTO E DUE PEDONI

Redazione

CORONAVIRUS. DATI NAZIONALI 17 MAGGIO, NUOVI CONTAGI 30.408 E 318 LE TERAPIE INTENSIVE

Redazione-

VIOLENZA E DISAGIO GIOVANILE. COMITATO PER L’ORDINE E LA SICUREZZA PUBBLICA IN PREFETTURA

Redazione-