Teleischia
Senza categoria

PIOVE E L’ASILO SI ALLAGA, BAMBINI COSTRETTI AD USCIRE ANZITEMPO

Mattinata movimentata presso la scuola elementare “Onofrio Buonocore” di Ischia Ponte dove l’acqua piovana si è infiltrata attraverso la vetrata d’ingresso allagando l’atrio e i bagni del padiglione che ospita la scuola materna. E mentre gli operatori scolastici oltre ad asciugare l’acqua provvedevano prontamente a sistemare sul pavimento giornali e tappeti onde evitare che i bambini potessero scivolare, i genitori venivano invitati dalla segreteria a ritirare prima i figli dalla scuola. E così intorno a mezzogiorno i bambini, portati nel frattempo dalle maestre nelle aule del piano superiore, hanno fatto ritorno a casa. La cosa assurda è che l’acqua piovana si infiltra attraverso la vetrata per la mancanza di una semplice pensilina che da anni continua vergognosamente ad essere negata dagli amministratori comunali di Ischia guidati dal Sindaco Giosi Ferrandino nonostante le richieste avanzate nel tempo dai genitori, dal Consiglio di circolo e dalla Direzione didattica della scuola. Richieste che abbiamo fatto ripetutamente pure attraverso i nostri servizi giornalistici con cui abbiamo denunciato, sino a questo momento invano, anche la pericolosità del selciato di vari ambienti esterni della scuola resi scivolosi dalla presenza di muschio che non viene grattato ed eliminato. Così come risultano pericolosamente scivolosi i gradini che portano alla palestra e i cui marmi lisci di colore bianco necessitano quantomeno della posa di strisce antiscivolo. Ritornando alle infiltrazioni, queste riguardano anche il locale-caldaia e la palestra dove, nonostante i lavori di pochi anni fa, sul soffitto già dallo scorso anno sono ben visibili i segni delle macchie lasciate dall’acqua: che vergogna! Intanto mentre il sindaco Ferrandino, e tutti gli altri amministratori ischitani sono intenti ad organizzare e a presentare in grande stile la pista di pattinaggio natalizia e le luminarie del “bosco incantato”, i nostri figli continuano a frequentare istituti scolastici “colabrodo” e a vivere in un paese letteralmente abbandonato a se stesso.
*Consigliere presso il Circolo Didattico “Ischia 2”

di Gennaro Savio*