Teleischia
Politica

SERRARA FONTANA

Anche Serrara Fontana, da venerdi sera ha le sue tariffe per l’applicazione della Tares: è stato deciso nel corso del consiglio comunale appositamente convocato dal sindaco, Rosario Caruso. Ma le dichiarazioni del primo cittadino di Serrara Fontana, ricalcano quelle rese dal collega di Barano: “abbiamo recepito le indicazioni del governo, nell’approvazione del regolamento della Tares, ma abbiamo provato a redistribuire gli aumenti sulle diverse fasce di popolazione”.
Gli aumenti interesseranno soprattutto le famiglie, che avranno un aumento medio di 19 euro per ogni nucleo familiare: “sarà sicuramente doloroso, visto il momento particolare”, sostiene il sindaco.
Ma altre utenze hanno avuto la riduzione, “in base ai nuovi coefficienti imposti dalla normativa”.
Poi, arriva la considerazione amara di questa che è diventata una tragi-commedia tutta italiana: “Sono le comiche del nostro Paese, approviamo il bilancio di previsione 2013 a dicembre, quando l’anno è concluso; approviamo un piano Tares, mentre a gennaio già si è pensato ad un’altro tipo di imposta… I comuni navigano nell’incertezza, proprio come i cittadini che non sanno cosa, quando e quanto pagheranno…”
Quindi, Caruso si abbandona ad un auspicio: “Speriamo che nel prossimo anno ci siano criteri che permettano una redistribuzione diversa e più equa del carico di tasse sulle singole utenze”.
Ma Serrara Fontana non si limita a semplici considerazioni, che possono apparire “aria fritta”, anzi passa al contrattacco: “Nel nostro bilancio 2013 che approveremo in consiglio martedi prossimo – comunica il sindaco – abbiamo impegnato una somma per il recupero dell’evasione. Vero è che abbiamo dovuto istituire degli aumenti anche se contenuti alle famiglie, la la logica della nostra amministrazione è quella di far pagare tutti, in modo da far pagare di meno! Per questo dal 2014 partiremo con gli accertamenti per scovare gli evasori totali e quelli parziali”.
La seduta del consiglio comunale di martedi prossimo, si arricchirà di altri 2 punti che saranno integrati nell’ordine del giorno lunedi mattina: oltre all’adesione per la realizzazione di un monumento per il bicentenario dell’Arma dei Carabinieri, che stanno approvando tutti i comuni isolani, a Serrara Fontana si punta a riattivare un servizio di scuolabus. “A dicembre – sostiene il sindaco Caruso – siamo intenzionati a partire con questo servizio, sul quale hanno lavorato alacremente il vice sindaco Cesare Mattera, il consigliere Irene Iacono, la professoressa Sergi; partiamo con la collaborazione dei genitori, con il sistema del volontariato delle mamme, grazie alle quali avremo un costo del servizio veramente irrisorio. Un grande risultato – conclude – nato dall’aiuto dei cittadini con il comune, per contenere il costo dei servizi”.

 

POTREBBE INTERESSARTI

ELEZIONI AMMINISTRATIVE. AD ISCHIA, LA CARICA DEI 129

Redazione-

ELEZIONI ISCHIA. LISTA “PARTITO COMUNISTA ITALIANO MARXISTA LENINISTA”, CANDIDATO SINDACO GENNARO SAVIO

Redazione-

ELEZIONI ISCHIA. LISTA “ISCHIA DEMOCRATICA” CON IDA DE MAIO E ANTONELLO SORRENTINO

Redazione-

ELEZIONI ISCHIA. LISTA “ISCHIA PRIMA DI TUTTO” CON MASSIMO TROFA E CARMEN CRISCUOLO

Redazione-

ELEZIONI ISCHIA. LISTA “INSIEME PER ISCHIA CON ENZO”, CON PAOLO FERRANDINO E GIOVANNI SORRENTINO

Redazione-