Teleischia
Politica

CIRO FERRANDINO: “STOP ALLE AZIONI RIGUARDANTI GENESIS CHE POSSONO DANNEGGIARE I CITTADINI E I LAVORATORI”

Il consigliere comunale Ciro Ferrandino di Ischia Nuova da sempre sensibile alle richieste provenienti dai lavoratori tutti chiede attraverso l’interrogazione che segue al sindaco facente funzioni Dott. Carmine Barile di bloccare tutte le azioni riguardanti la società Genesis partecipata al 51 % dal comune di Ischia.

Il consigliere comunale Ciro Ferrandino esprime contrarietà e preoccupazione rispetto all’azione voluta dal sospeso Sindaco Giosi Ferrandino ed avallata e ratificata dalla maggioranza tutta che porterà al conseguente decadimento del livello dei servizi offerti ai cittadini e comprometterà il futuro dei lavoratori tutti che sono nostri concittadini. Inoltre con l’interrogazione chiede al Sindaco f.f. Barile di verificare se l’operato del sindaco sospeso, dell’amministrazione e degliamministratori della società Genesis è corretto e perseguire eventuali illegittimità che hanno come effetto principale la penalizzazione dei cittadini e dei lavoratori.

Al Sindaco facente funzioni del Comune di Ischia

Dott. Carmine Barile,

Oggetto: interrogazione a risposta scritta ai sensi dell’art. 43 TUEL e dell’art. 23 Regolamento

funzionamento consiglio comunale.

Il sottoscritto Ciro Ferrandino, consigliere comunale di Ischia E Capogruppo Ischia Nuova,

– con accordo di programma sottoscritto il dì 11/06/2001 veniva affidato alla società Genesis,

partecipata dal Comune di Ischia per il 51%, la riscossione dei tributi locali, delle sanzioni

amministrative, il servizio pubblico di affissione, la gestione del patrimonio ed altri servizi;

– l’accordo di programma prevede che ogni due anni i corrispettivi dovuti per i servizi resi

sarebbero stati determinati da una apposita commissione di valutazione composta da tre membri,

uno di nomina del Comune, uno del socio e l’altro di comune accordo, in modo da garantire

l’equilibrio economico e finanziario della società. Dal momento della costituzione i corrispettivi

pagati dal Comune sono stati rivisti e ricalcolati ben sei volte, nel mese di novembre scorso la

società ha invitato il Comune di Ischia ha nominare il suo membro nella commissione per la

revisione degli aggi dovuti. Nonostante più volte sollecitato, non risulta che il Comune abbia

nominato il componente di sua spettanza, di fatto paralizzando la detta commissione;

– è da precisare che il Comune esprime due componenti del consiglio di amministrazione di cui

uno con le funzioni di presidente, mentre l’amministratore delegato è espressione del socio privato

anche se i poteri gli sono attribuiti dal Consiglio di Amministrazione;

– la stampa locale ha riportato, tra la fine del anno 2014 e l’inizio del corrente, diversi incontri tra il

sindaco Giuseppe Ferrandino ed il socio privato, alcuni dei quali avvenuti presso la sede del gruppo

Maggioli, le cui motivazioni sono sconosciute allo scrivente e non trovano riscontro in alcun atto

amministrativo;

– invece di nominare il componente della Commissione per la rideterminazione dei compensi, il

Sindaco, al di fuori di alcuna previsione contrattuale e quindi in modo assolutamente irrituale,

con nota del 06/02/2015 prot. 3601, chiedeva la convocazione della Assemblea indicando in €

450.000,00 il compenso massimo dovuto dal Comune;

– all’assemblea tenutasi il socio privato con fermezza dichiarò la sua contrarietà alla richiesta del

Comune chiedendo il rispetto dell’accordo di programma; ciò nonostante la decisione fu assunta a

maggioranza e si decise di conferire incarico di consulenza al dr. Massimo Carpentieri, senza alcuna

gara o selezione, disattendendo le regole di trasparenza imposte alle società partecipate;

– risulta allo scrivente che seguirono altri incontri con il socio privato, il cui contenuto è allo stato

sconosciuto;

– con nota del 24/03/2015 il dott. Carpentieri, nel rispetto dell’incarico conferito e cioè rivedere

la pianta organica in modo tale da ridurre il costo nei limiti indicati dal Comune, rimette una

brevissima relazione composta da 5 pagine, con carattere ampio ed interlinee doppie, e tre prospetti

con una bozza di contratto tipo di lavoro;

– il consiglio di amministrazione nella seduta del 26/03/2015, all’unanimità e quindi anche con il

voto favorevole dell’amministratore delegato di nomina del socio privato, ha approvato la relazione

del dr. Carpentieri;

– nello stesso verbale, su proposta sempre dell’amministratore delegato dr. Achille Iroso di nomina

del socio privato, il consiglio ha approvato la proposta di intervento della Maggioli Informatica per

la realizzazione di un software informatico gestionale senza indicare il costo di tale intervento, ma

soprattutto individuando la società Maggioli Informatica, molto probabilmente appartenente allo

stesso gruppo del socio privato, senza alcuna gara o selezione.

-anche se è auspicabile una riduzione dei costi delle società partecipate, l’azione posta in essere

dal Sindaco Giuseppe Ferrandino per la Genesis, si presenta non chiara, allo stato di difficile

attuazione, con il solo scopo di penalizzare i lavoratori della Gensis molto probabilmente non

funzionali agli “scopi” dell’amministrazione. In particolare, se fosse vero che la società può

svolgere i suoi compiti con un dimezzamento dei costi rispetto ai precedenti anni, non si capisce

perché il Sindaco non ha contestato la gestione all’attuale consiglio di amministrazione ed in primis

all’amministratore delegato del quale, anzi, in maniera generica ha ratificato il suo operato. Ancora,

Premesso che

COSIDERATO CHE

non si capisce perché l’assemblea conferisca l’incarico ad un consulente esterno, scelto senza

alcuna specifica selezione, per la determinazione del costo del personale secondo le indicazioni di

riduzione dei costi, e non ritiene di verificare attentamente tutti i costi sostenuti dalla società, molti

dei quali riferiti a società facenti parte del gruppo Maggioli . Lascia, poi, fortemente meravigliati

l’atteggiamento del socio privato Maggioli che nell’assemblea del 18/02/2015 ha espresso tutta la

sua contrarietà alla richiesta del Sindaco mentre, poi, nel consiglio di amministrazione del 26/03/

2015, l’amministratore delegato di sua nomina approva la proposta del consulente Carpentieri e

propone di affidare una altra commessa ad altra azienda del gruppo Maggioli, senza quantificazione

di costi e soprattutto senza alcun tipo di selezione.

Tutto ciò considerato, anche alla luce delle gravi accuse della Procura della Repubblica a carico del

Sindaco Giuseppe Ferrandino, interroga il Sindaco facente funzione a seguito della sospensione

disposta dal sig. Prefetto chiedendo:

1. Se ritiene necessario ed opportuno sospendere definitivamente la strana operazione posta in

essere nella soc. partecipata Genesis che provocherebbe gravi danni al personale, rivedendo

i rapporti in essere tra la detta società e le varie società appartenenti al gruppo Maggioli,

procedendo nel rispetto degli obblighi di trasparenza e di economicità;

2. Se ritiene, dopo aver verificato la possibilità della società di fornire i servizi di cui

all’accordo di programma al costo complessivo indicato nella nota del 06/02/2015 di €

450.000,00, di procedere ad azione di responsabilità nei confronti degli organi amministrativi

e di controllo della società che hanno gestito la stessa con un costo doppio rispetto a quello

necessario;

3. Bloccare ogni azione, atto, richiesta o trattativa che danneggia i lavoratori della Genesis in

particolare improbabili strategie che mettono solo a repentaglio i livelli occupazionali.

Ischia 07/04/2015

Ciro Ferrandino

Consigliere Comunale e Capogruppo Ischia Nuova

POTREBBE INTERESSARTI

POLITICHE 2022. I CANDIDATI AL SENATO

Redazione-

POLITICHE 2022. I CANDIDATI ALLA CAMERA

Redazione-

POLITICA. DE SIANO & C. VOTERANNO IL TERZO POLO DI RENZI E CALENDA

Redazione-

PROMOZIONE. CIRO MENNELLA: “A TRATTI HO VISTO DAVVERO UN BUON BARANO”

Redazione-

PROCIDA. DOMANI LA VISITA DEL MINISTRO DELLA CULTURA DARIO FRANCESCHINI

Redazione-