Teleischia
Politica

TANGENTI METANIZZAZIONE. LUIGI MATTERA: “LA “QUESTIONE MORALE” VA MESSA IN PRIMO PIANO”

Le vicende giudiziarie che hanno colpito il Comune di Ischia, ed in primis l’arresto del Sindaco e del Dirigente dell’Ufficio Tecnico,impongono una doverosa e seria riflessione.

Anzitutto è opportuno scindere la questione umana da quella giudiziaria! Il diritto, anzi direi il dono, della libertà personale è assoluto e pertanto auguriamo a Giosi e Silvano di venire fuori da sì difficile situazione al più presto.

Ma non si può ignorare che, alla luce dei fatti, si è rappresentata Ischia nella sua interezza come il luogo del malaffare, per screditare non solo Giosi Ferrandino, ma anche, forse, il vero bersaglio dell’inchiesta metanizzazione, l’On. D’Alema.

La bufera giudiziaria, le dimissioni del Sindaco, pongono fortemente la “questione morale” nella politica di Ischia, dell’Isola e dell’intera Italia.

Avevamo preparato la campagna elettorale del 2012 per essere alternativi a Giosi, ma siamo stati costretti a cedere al patto bipartisan nella speranza che un’intesa programmatica avesse potuto avvantaggiare il Paese; ma ci siamo accorti ben presto di essere marginali allo sviluppo amministrativo, anche perché lasciati politicamente soli; eppure abbiamo cercato di dare un contributo all’Amministrazione del Paese,anche sacrificando risorse umane della lista Progresso per Ischia.

Siamo stati scaricati dal Sindaco il giorno dopo la mancata elezione al Parlamento Europeo; e per noi quella data ha sancito la fine dell’Amministrazione Ferrandino, venendo meno le condizioni per cui era nata. Anche i nostri voti hanno legittimato la vittoria elettorale: non se ne poteva non tenere in conto!

Oggi, però, “sic stantibus rebus” è inconcepibile che i consiglieri di maggioranza non hanno inteso, fino ad ora, procedere all’unico atto dovuto possibile, quello delle dimissioni;

da un punto di vista politico le mancate dimissioni da parte della maggioranza possono essere interpretate come un vero tradimento al loro Sindaco, individuato come unico capro espiatorio di un’Amministrazione che ha concluso il suo iter.

Come si fa a non comprendere che un ciclo è finito e che bisogna aprirsi ad una nuova classe dirigente che metta in atto, in maniera trasparente,in sintonia con la Regione Campania, poche ma significative azioni amministrative.

Trasporti marittimi e terrestri degni di un Paese civile; depurazione delle acque reflue , indispensabili per le Terme e la balneabilità; ripascimento degli arenili per un razionalizzazione della balneabilità; una gestione più economica ed efficiente dei RSU; e tanta, tanta normalità, riscoprendo le radici culturali del nostro Comune sposandole con il turismo.

E’indispensabile voltare pagina, di ridare nuovo entusiasmo al Paese, consentendo a nuovi interpreti di misurarsi nella pubblica amministrazione, in attesa che si giunga al Comune Unico.

Luigi Mattera

Consigliere Comunale Ischia

Capo Gruppo Progresso per Ischia

POTREBBE INTERESSARTI

POLITICHE 2022. CASTELLONE: “AD ISCHIA PREMIATI PER IL LAVORO SUL TERRITORIO”

Redazione-

POLITICHE 2022. ANNALISA IACCARINO: “GRAZIE A CHI MI HA SOSTENUTO, E’ UN RISULTATO CHE MI COMMUOVE”

Redazione-

ELEZIONI 2022. SENATO IL VOTO DI SERRARA FONTANA

Redazione-

ELEZIONI 2022. SENATO IL VOTO DI PROCIDA

Redazione-

ELEZIONI 2022. SENATO IL VOTO DI LACCO AMENO

Redazione-