Teleischia
Senza categoria

ISCHIA: SCACCO MATTO ALLA REGGINA. ULTIMO POSTO ADDIO ED ORA SI PUO’ ANCHE SPERARE.

L’Ischia finalmente torna alla vittoria: circa un mese e mezzo trascorso dalla gara vinta al Mazzella contro il Savoia, e oltre un girone intero dall’ultima in trasferta in casa dell’Aversa Normanna. Ma la vittoria di oggi permette ai gialloblu di allontanarsi definitivamente dall’ultimo posto in classifica, che la Reggina potrà evitare solo in caso di un miracolo. Si aprono anche le prospettive di una salvezza diretta per i gialloblu, ma per sognare bisognerà avere ben altro passo rispetto a quello tenuto finora in questa stagione.

Assenti per squalifica Infantino e Millesi, mister Maurizi decide anche di sostituire dagli undici titolari Schetter e Massimo, sopratutto quest’ultimo deludente nell’ultima gara casalinga. Torna dal primo minuto Armeno richiesto a gran voce dai tifosi, con Chiavazzo e per la prima volta indossano un numero più basso del dodici Fumana ed Alvino.

La Reggina gioca meglio nel primo tempo con veloci ripartenze. Al 14′ colpisce il palo con il centravanti Viola: gran tiro di sinistro che sbatte violento contro il sostegno a portiere battuto. Al 32′ è sempre Viola a rendersi pericoloso: bella la giarata di testa che termina di poco a lato. Alla fine della prima frazione di gioco l’Ischia fa la sua prima vera sortita offensiva: su lancio di Chiavazzo, Ciotola controlla il suo tiro viene ribattuto da Camilleri.

Il secondo tempo si apre subito con il goal dell’Ischia. Al 47′ Sirignano, si posiziona in area avversaria e con un colpo di testa bello e preciso batte Belardi. La Reggina reazione dell’Ischia è quasi immediata trova Chiavazzo pronto a salvare sulla linea una deviazione di Camilleri. E’ sempre il difensore amaranto al 55′ su corner a provarci ma Sirignano fa da ostacolo determinante. All’81’ David Di Michele da poco entrato in campo ci prova su calciodi punizione: bravo Giordano a parare. All’88’ Reggina in 10 per l’espulsione di Benedetti reo di aver colpito al volto Fumana. In piena zona Cesarini brivido in area gialloblu: punizione di Insigne, Balistrieri colpisce ma non sfrutta la clamorosa occasione.

Vittoria gialloblu sofferta ma conquistata con tanto cuore. Dopo la sosta pasquale per l’Ischia altra opportunità per fare punti con il Cosenza in casa.

REGGINA 3-5-2: Belardi; Ungaro, Camilleri (72′ Di Michele),  Di Lorenzo; Ammirati, Armellino, Salandria, Maimone (87′ Masini), Benedetti; Insigne, Viola (55′ Balistrieri). In panchina: Kovacsik, Karagounis, Scionti, Zibert. Allenatore: Roberto Alberti

ISCHIA 4-3-1-2: Giordano; Finizio, Impagliazzo, Sirignano, Bruno; Bulevardi (77′ Verachi), Chiavazzo, Armeno; Alvino (82’Gerevini); Ciotola (69′ Massimo), Fumana. In panchina: Ioime, Formato, Caso, Schetter. Allenatore: Agenore Maurizi.

Arbitro: Andrea Tardino di Milano