Video

LE INTERVISTE. CAPPELLACCI:ISCHIA? UNA BIG

COSENZA (mm). Quattro pareggi consecutivi nelle ultime quattro partite casalinghe. Questo è il Cosenza targato Cappellacci: bello, cinico e spietato fuori casa, timoroso ed incapace di imporre il proprio gioco fra le mura amiche. Nonostante ciò e grazie anche ai risultati dagli altri campi, il Cosenza è saldamente primo in classifica. Anche se il Teramo dovesse vincere nel recupero contro la Vigor Lamezia, la squadra silana resterà in cima. Mister Cappellacci aveva assaporato per un momento la vittoria ma ad un minuto dal termine il più giovane della comitiva campana gli ha riservato un brutto scherzo: “E’ stata una partita equilibrata. Si è giocato una gara tra due squadre forti. Abbiamo aspettato il momento favorevole per passare in vantaggio e lo abbiamo sfruttato al meglio grazie anche ad un’ottima giocata di Mosciaro. A quel punto mi aspettato che la partita venisse gestita ed invece siamo stati disattenti subendo la rete del pareggio. Sarei stato doppiamente felice perché battere l’Ischia, credetemi, non è e non sarà facile. Faccio i complimentoi al mio amico e collega Campilongo perché l’Ischia, specialmente nel primo tempo, ha preso le giuste misure non consentendoci di impostare nessuna manovra offensiva. Ad onor del vero gli avversari non ci hanno mai impensierito ma la partita dovevamo farla noi e loro sono stati bravi ad alzare il baricentro pressandoci già dalla metà campo senza che avessimo una possibilità di ragionare”. Prendo per buono questo pareggio perché ci consente di vedere ancora tutti dall’alto. Siamo al quarto pareggio consecutivo in casa ma l’importante è mettere fieno in cascina. L’importante non è arrivare primi ma giungere alla fine senza patemi d’animo”.

Massimo Mitidieri

Have your say