Video

ECCELLENZA. MISTER DURAZZO (PIMONTE) DOPO LA GARA CON IL REAL FORIO: “ALCUNI ARBITRI TI SPINGONO A LASCIARE IL CALCIO”

PIMONTE (NA). Mestamente ultimo in classifica nel girone A di Eccellenza, il Pimonte Calcio non vive certo la sua miglior stagione ma, per chi ha seguito in estate le vicende del club, è già una grande vittoria esserci e dimostrare. nonostante la giovane età del gruppo di mister Durazzo ed una rosa costruita in pochissimi giorni, di poter dare fastidio anche ad avversari più forti sulla carta. Nell’ultimo turno di campionato col Forio i pimontesi erano passati in vantaggio poi due rigori spostavano l’inerzia della gara in favore degli isolani. Il tempo di metabolizzare l’amarezza e mister Durazzo sul sito ufficiale del club scriveva un’accorata lettera all’indirizzo dell’arbitro che forse con troppo superficialità ha deciso di danneggiare la sua squadra nell’ultima gara di campionato.

Ecco il testo completo:

L’amore per il calcio inteso come un gioco, ti porta lontano da ogni tipo di opportunismo, e fa si che si possa considerare affascinante anche un progetto potenzialmente perdente fin dall’inizio. Era il 3 settembre ed il Pimonte calcio non aveva nemmeno un calciatore tesserato. Mai mi è venuto in mente di ritenere il tutto una semplice occasione per allenare, soprattutto senza dimenticare che in questo modo avrei buttato all’aria la miracolosa salvezza della precedente stagione calcistica. Tutto ciò è la bellezza di questo sport che ti affascina sempre di più, giorno dopo giorno.  

E’ bello considerare il calcio ancora emozione, quella che ti riempie ogni minuto libero della giornata. Si inizia e ci si accorge subito che il girone A di Eccellenza, se consideriamo il blasone delle squadre, è una sorta di Serie C2. Ed allora si capisce che sarà, si affascinante per i ragazzi giocare in alcuni storici stadi, ma nel contempo, difficilissimo raccogliere grossi risultati, visto l’organico giovanissimo della rosa, tra l’altro, costruita 3 giorni prima.

Invece accade che si abbiano prestazioni che sul piano del gioco, tranne in pochi casi, sono state di gran lunga superiori agli avversari, ma paradossalmente finiscono per vincerle loro e spesso anche di larga misura. Alla ripresa degli allenamenti, sottolineavamo i vari errori individuali che avevano condizionato la gara e mai abbiamo dato importanza, ai maltrattamenti da parte degli arbitri che, purtroppo, in più di una occasione ci hanno penalizzati amaramente. Ma oggi no, ho riflettuto ed aspettato e sento di dovere intervenire per accusare la direzione scandalosa del signor Pascuccio di Ariano Irpino, che in solo 5 minuti, ha concesso ben 2 calci di rigore a favore degli avversari, ed entrambi di dubbia natura, vanificando una superba prova dei miei ragazzi, che a 20’ dalla fine, erano in vantaggio contro il Real Forio.

Ci tengo a sottolineare che il direttore di gara succitato, è colui che, alla sesta giornata di campionato, in Casoria vs Pimonte, non concesse un gol regolarissimo a Savarese e negò un rigore nettissimo per fallo di mano in area avversaria, ed anche in quella occasione perdemmo una gara condotta e giocata alla grande. Il tutto, lo si può rilevare dalle immagini esistenti in rete. Sono stufo di assistere ogni domenica a spettacoli indegni offerti da personaggi impreparati che vanificano con assurde decisioni il sacrificio di un gruppo, di una società, di persone che rimettono tempo e danaro. Questo fa morire il gioco più bello del mondo e costringe gli amanti di questo mondo affascinante, presidenti, allenatori e dirigenti vari, ad abbandonare. Con il risultato di vedere scomparire il calcio in diverse piazze, anche importanti, proprio perché non si considerano i sacrifici che si fanno ogni giorno per gestire il tutto. Con questo mi limito a meditare se continuare e contribuire al sogno di questi ragazzi giovanissimi oppure lasciare definitivamente il calcio per le ingiustizie umane e non, che purtroppo condizionano questo sistema ogni giorno.  

Giovanni Durazzo

www.iamcalcio.it

Have your say