Teleischia
Senza categoria

JUVE STABIA – ISCHIA 1-1. UN PUNTO CHE DA MORALE AGLI ISOLANI

 Il derby dell’amicizia, che sancisce sugli spalti del “Romeo Menti” un bel gemellaggio tra le due tifoserie di Juve Stabia ed Ischia, si consuma sul green artificiale dell’impianto di Castellammare con un pareggio che serve a poco per i rispettivi obiettivi stagionali, ma da grande morale agli isolani per una possibile rimonta.

Due assenze a testa per le due compagini: nella Juve Stabia manca Jidayi per infortunio e La Camera per squalifica, mentre nell’Ischia scontano un turno di stop gli “appiedati” Sirignano e Schetter.

LA GARA: Il maltempo compromette la fluidità delle giocate in campo, la compagine di casa prova a fare la partita, ma gli ospiti si dispongono in maniera accorta ed equilibrata sul rettangolo verde. Per Mennella, tuttavia, c’è lavoro soltanto su un insidioso tiro-cross di Contessa, con palla smanacciata in angolo, quindi (23’) il pipelet isolano si procura un infortunio in uno scontro di gioco con Di Carmine ed è costretto ad uscire, cedendo il posto a Giordano a difesa dei pali della porta gialloblù. Al 27’ la prima vera occasione per le Vespe: punizione calciata a Burrai dalla corsia destra, in area svetta di testa Migliorini che manda la palla a scheggiare la parte alta della traversa. Poco dopo (29’) ancora Migliorini impatta di testa su traversone di Contessa, palla alta sulla traversa. Nonostante gli sforzi prodotti, i gialloblé di Savini vengono puntualmente bloccati al limite da parte degli avversari, così al 42’ ci vuole un colpo balistico su calcio di punizione a sbloccare la contesa, con Bombagi che dai ventidue metri disegna un gran tiro a girare che oltrepassa la barriera e supera lo stesso Giordano, all’altezza del primo palo, firmando l’uno a zero. Null’altro accade fino al termine della prima frazione di gara, nonostante il robusto recupero di cinque minuti concesso dal direttore di gara per “pareggiare” il tempo perso a causa dell’infortunio di Mennella.

Ripresa. L’Ischia prova subito a rialzare la testa: al 46’ un tiro di Infantino da fuori area si perde di poco a lato della porta difesa da Pisseri; al 50’ lo imita Armeno, che effettua un bel sinistro in diagonale, stavolta il portiere della Juve Stabia deve distendersi per deviare la palla e sventare la minaccia. L’undici di Maurizi insiste ed al 60’ vede premiati i suoi sforzi: Ciotola prende campo a sinistra, si incunea in area stabiese, supera in dribbling Bombagi e Cancellotti, mette al centro dove Infantino la tocca appena, smarcando involontariamente Bulevardi che lascia partire un gran destro insaccando di potenza la sfera sotto la traversa, senza lasciare scampo a Pisseri. Solo a questo punto, la Juve Stabia riprende ad attaccare: al 63’ viene annullato un gol a Ripa per fuorigioco, con il bomber di Battipaglia che incorna di testa su cross di Bombagi quando è già al di là della linea difensiva ospite. Al 75’ ancora Ripa in evidenza, con una mezza rovesciata in area avversaria su traversone di Cancellotti, bella l’intenzione ma la mira è alta. All’83’ doppia chance per le Vespe: prima Giordano sventa di pugni su conclusione potente di Di Carmine, poi l’azione si sviluppa a sinistra, con cross di Contessa in area, Ripa riesce a rimetterla in gioco in spaccata, smarcando tutto solo il neo entrato Caserta che, però, “ciabatta” la conclusione e spedisce la sfera clamorosamente sul fondo. Al 92’ ed al 94’ i termali provano gli ultimi assalti, senza però troppa convinzione: fa prima tutto da solo l’altro subentrato Lepiller, che una volta giunto ai venti metri esplode un dentro da fuori area che manda la palla di poco alta sulla traversa, quindi successivamente è Di Carmine a farsi “murare” in angolo da Giordano in mischia, sancendo dunque la fine delle ostilità al “Menti”, col derby che si chiude in parità.

IL TABELLINO

JUVE STABIA (4-4-2): Pisseri; Cancellotti, Polak, Migliorini, Contessa; Gammone (54’ Maiorano), Burrai, Bombagi (76’ Caserta), Carrozza (64’ Lepiller); Ripa, Di Carmine. A DISPOSIZIONE: Santurro, Romeo, Liotti, Nicastro. All. Savini.

ISCHIA (4-3-2-1): Mennella (23’ Giordano); Finizio, Impagliazzo, Formato, Bruno; Bulevardi, Chiavazzo (61’ Massimo), Armeno; Millesi, Ciotola (70’ Alvino); Infantino. A DISPOSIZIONE: Caso, Gerevini, Verachi, Bassini. All. Maurizi.

ARBITRO: Capone di Palermo (Greco-Urselli).

RETI: 42’ Bombagi (J), 60’ Bulevardi (I).

NOTE: Giornata nuvolosa, con scrosci di pioggia, clima freddo. Spettatori 1.000 circa, una cinquantina giunti da Ischia. Ammoniti Bruno, Gammone, Chiavazzo, Burrai, Contessa, Finizio, Giordano. Angoli 9 a 3 per la Juve Stabia. Recupero: 5’ pt e 4’ st.

Condividi:

http://www.campaniagoal.it/