Teleischia
Senza categoria

FERRANDINO: “DA VETRELLA TONI DA CAMPAGNA ELETTORALE”

Dopo l’incontro dello scorso sabato tra le amministrazioni isolane e le associazioni sul delicato tema trasporti, ieri si è svolta l’audizione nella quarta Commissione Regionale, Urbanistica, lavori pubblici e trasporti, alla quale hanno partecipato i rappresentanti dei comuni di Ischia e Procida, insieme alle associazioni impegnate su questo tema. In rappresentanza del Comune di Ischia era presente il Consigliere comunale Enzo Ferrandino per cui l’incontro “nel contenuto e negli esiti lascia ancora dei dubbi, anche perchè siamo alla vigilia della prossima campagna elettorale e le risposte di Vetrella sono influenzate dal particolare momento politico”. Ma non sono comunque mancati dei segnali positivi, sottolineati anche da Enzo Ferrandino, primo fra tutti “la forte unità e la coesione che si è registrata tra tutte le componenti sociali che sono intervenute e le amministrazioni locali, da questa unità è derivata una posizione forte nella rappresentazione dei disagi che le comunità di Ischia e Procida stanno vivendo sia per il trasporto marittimo e che per quello su gomma”. L’associazione promotrice dell’incontro ha anche presentato alla Commissione alcune proposte, prima fra tutte quella di implementare il servizio con una corsa in più al mattino per Napoli, tale da consentire ai pendolari e agli studenti di raggiungere la città in un orario consono anche in presenza di cattive condizioni meteomarine, una soluzione prospettata quella di dirottare il traghetto delle 8.20 da Pozzuoli a Calata di Massa. Su questa proposta pare ci sia stata una convergenza sia dell’assessore Vetrella che della Caremar. Enzo Ferrandino sottolinea però i forti dubbi che ancora permangono “sulla gara per la privatizzazione della Caremar e sulla gestione del naviglio, dove ci sono diverse navi ferme per interventi di manutenzione e distolte dalle tratte di collegamento con la terraferma, ma su questo punto in particolare non è arrivata alcuna rassicurazione chiara”. Intanto, annuncia Ferrandino, “da un punto di vista operativo si stanno creando i presupposti per la costituzione di un tavolo tecnico qui a Ischia che dovrebbe vedere coinvolti gli operatori della società civile e i rappresentanti degli enti locali per porre in essere iniziative future sempre più concrete e incisive per portare avanti le esigenze forte che pervengono dalla nostra collettività”.