Teleischia
Sport

Cosenza-ischia.Una sfida già vista ma la replica è tutta nuova

8 agosto 2013: Coppa Italia, prima giornata, al Mazzella l’Ischia batte 2-0 il Cosenza con le reti di Cunzi (su rigore) e Nigro. Una gara che, considerato l’altissimo numero di occasioni creato dall’Ischia, poteva finire con uno scarto notevolmente superiore.
Ma era un altro Cosenza. Soltanto il 5 agosto la società calabrese, che inizialmente avrebbe dovuto fare la serie D, aveva ottenuto il ripescaggio in Seconda Divisione e la dirigenza rossoblu a metà agosto era in piena campagna acquisti per costruire la squadra che oggi è al comando del girone B e che domenica scorsa è andata a vincere in casa del Gavorrano con un robusto 3-0. A questa gara hanno preso parte soltanto 8 dei 17 atleti che il 18 agosto si presentarono ad Ischia per il match di Coppa Italia: il portiere Frattali, Alessandro, Calderini, Carrieri, Criaco, Mosciaro, Napolano e Reda.
E’ un precedente, dunque che non può assolutamente fare testo. Fanno testo invece, eccome, i numeri che oggi può vantare la squadra di Cappellacci: miglior difesa del torneo con 7 gol, terzo miglior attacco con 19 reti, primato di vittorie ottenute finora (8 su 13).
L’unica squadra capace di battere questo Cosenza, che nel suo organico non presenta ex gialloblu, è stata la Vigor Lametia (2-1) nel derby calabrese il 22 settembre. Sono passati oltre due mesi e da allora soltanto tre volte la squadra di Cappellacci non ha fatto bottino pieno: il 27 ottobre nel match casalingo col Foggia (1-1), il 3 novembre a Messina (0-0) e il 17 novembre in casa contro il Chieti.
Il capocannoniere del Cosenza con 5 gol è De Angelis, ex Avellino, 114 reti nei vari campionati disputati finora. Ma contro l’Ischia non ci sarà. Le altre reti della squadra rossoblu portano la firma di Alessandro (4), Mosciaro (3, l’anno scorso sempre col Cosenza ne ha fatti 27 in 31 partite), Calderini (2), Napolano (2), Bigoni (1), Blondett (1) e Criaco (1).
Un forza offensiva più che rispettabile quella del Cosenza, ma in questo torneo è la difesa che sta dando le maggiori soddisfazioni a Cappellacci: Frattali, portiere della formazione rossoblu, non prende gol da 378 minuti, recuperi esclusi. L’ultimo giocatore che ha avuto la soddisfazione di batterlo è il foggiano Cavallaro, ma su rigore. L’ultimo gol su azione il Cosenza lo ha preso dall’ex gialloblu Galizia il 20 ottobre scorso ad Aversa, ma tra le proteste della squadra calabrese: il colpo di testa di Galizia, infatti, fu deviato con un grande intervento da Frattali sulla faccia interna della traversa e il portiere rossoblu (ammonito nell’occasione per proteste) fece 30 metri di corsa per dire all’arbitro che la palla non era entrata del tutto in porta.

 

POTREBBE INTERESSARTI

ECCELLENZA. RIDOTTA LA SQUALIFICA PER IL DS LUBRANO, PIENAMENTE OPERATIVO DAL 1 GENNAIO 2023

Redazione-

ECCELLENZA. AL DON LUIGI DI IORIO IL REAL FORIO BATTE 1-0 IL VILLA LITERNO GRAZIE AL GOL DI DELGADO.

Redazione-

REAL FORIO. SIRABELLA: “CONTENTO PER IL RAGGIUNGIMENTO DELL’OBIETTIVO PREFISSATO”

Redazione

REAL FORIO. IERVOLINO: “DEDICHIAMO LA VITTORIA ALLE PERSONE COLPITE DALL’ALLUVIONE”

Redazione

PALLANUOTO. A PESCARA PRIMA VITTORIA DELL’ISCHIA MARINE IN A2: 10-9 IL FINALE

Redazione-