Teleischia
Sport

ISCHIA-CASERTANA 1-1: PER I GIALLOBLU PROVE TECNICHE DI PLAY-OUT?

Otto punti dalla salvezza diretta, sconfitta a Pagani per 4-0, dieci goal subiti nelle ultime due trasfere, in mezzo un punticino con il Catanzaro, mercoledì sera le dimissioni del tecnico giunte alla fine della gara, poi comunicato da parte della squadra, l’assenza da parte della società in tutta la vicenda, fatto che è diventato una costante in più occasioni: c’è molto, anzi troppo oltre alla partita che oggi si giocava al Mazzella tra Ischia e Casertana. I verdetti sembrano ormai ineludibili, ma i tifosi allo stadio Mazzella hanno voluto dare il loro messaggio come sempre: l’incitamento è stato continuo. Il coro più frequente: “Vogliamo 11, 11 leoni”. I cuori gialloblu sanno che da ora fino in fondo sarà sofferenza totale. Bisognerà affrontare i play-out che si spera di poter giocare con il miglior piazzamento possibile… ma sopratutto con una squadra capace di lottare fino in fondo senza buttare la spugna prima del tempo. Questa l’atmosfera che si respirava oggi al Mazzella.

La gara Ischia-Casertana presentava tanti ingredienti importanti: il testa coda tra due formazioni con 31 punti di differenza, tanti ex in campo, sopratutto il gruppo storico degli anni dei trionfi gialloblu, ora in maglia casertana. Ci riferiamo a Cunzi, Tito, Campilongo in panchina, ma sopratutto a capitan Mattera vera bandiera gialloblu. Nelle file isolane Chiavazzo, Bruno ed Alvino, oltre al Ds Basile con passato in terra di lavoro.

Questa la partita. Primo tempo molto equilibrato con l’Ischia che al 20′ trova il goal con un’azione Armeno-Infantino. Ma il goal del centravanti è stato annullato per un fuorigioco dell’esterno parso inesistente. Poi due ammonizioni a Murolo che al 35′ è costretto a lasciare il campo. Più nulla nella prima frazione.

Nella ripresa la Casertana nonostante l’inferiorità numerica parte subito forte e con Cissè coglie un palo calciando da circa 10 metri su assist di Tito. Poi al 12′ Cunzi sfrutta tutta la sua rapidità e furbizia; Sirignano nel tentativo di fermarlo lo mette giù. L’arbitro non ha dubbi è decreta il rigore con l’espulsione del difensore. Calcio dagli 11 metri imparabile per Mennella che sceglie l’angolo sbagliato. Ma passano appena 3 minuti e l’Ischia pareggia. Bella giocata di Millesi al limite con il pallone che giunge a Ciotola. Il portiere si supera deviando ma Infantino ribadisce in rete da pochi passi. La Casertana cerca di riportarsi in vantaggio, ma l’Ischia copre bene il campo ed al 22′ non sfrutta un errore di Fumagalli che si lascia scappare un facile pallone: nessuno è però pronto ad intervenire a pochi passi dalla rete. La gara si chiude con la Casertana che alla fine potrà annoverare sull’ischia solo un dominio territoriale maggiore dei gialloblu. La squadra ischitana al termine dell’incontro trova anche l’applauso dei tifosi.

ISCHIA – CASERTANA 1-1

ISCHIA (4-3-1-2): Mennella Finizio, Impagliazzo, Sirignano, Bruno Chiavazzo, Bulevardi (53’ Gerevini) Armeno Millesi Schetter (56’ Ciotola) Infantino. A DISPOSIZIONE: Giordano, Bassini, Massimo, Alvino, Fumana. All. Maurizi.

CASERTANA (4-3-3): Fumagalli Idda, Mattera, Murolo, Tito De Marco (66’ Mancosu), Rajcic (75’ Carrus), Marano Cunzi, Diakitè (37’ Antonazzo), Cissè. A DISPOSIZIONE: D’Agostino, Bianco, Caccavallo, Ricciardo. All. Campilongo.

ARBITRO: Ranaldi di Tivoli (Berti-Trovatelli).

RETI: 58’ rig. Cissè (C), 62’ Infantino (I).

NOTE: Spettatori 1.000 circa, una cinquantina giunti da Caserta. Ammoniti Bulevardi, Mennella, Schetter, Gerevini. Espulsi al 34’ Murolo (C) per doppia ammonizione, al 57’ Sirignano (I) per fallo da ultimo uomo. Recupero: 1’ pt e 3’ st.

POTREBBE INTERESSARTI

ECCELLENZA. SAVOIA-ISCHIA CALCIO 1-3 (LA SINTESI)

Redazione-

ECCELLENZA. MONTI: “UN INIZIO DIFFICILE, DOBBIAMO INIZIARE A FARE PUNTI” (SERVIZIO TV)

Redazione-

NUOTO PER SALVAMENTO. ANCHE L’AURAS ISCHIA AI MONDIALI DI RICCIONE CON PENNIELLO E TRANI

Redazione-

ECCELLENZA. ISCHIA CORSARA, SCONFITTO IL SAVOIA 3-1

Redazione-

PROMOZIONE. CALIFANO: “PARTITI IN RITARDO, DISPIACIUTI PER IL RISULTATO”

Redazione-