Teleischia
Senza categoria

ISCHIA PIAGA TRASPORTI, SABATO INCONTRO AD ISCHIA

di Ennio Anastasio

Avviare insieme un processo di risoluzione di una piaga sociale che si è incancrenita dal 2010

Il nostro attivismo sociale, costruttivo e mai polemico, è stato premiato. Sabato prossimo l’incontro sulla tematica trasporti presso la sede del Consiglio comunale di Ischia tra i Sindaci dei vari Comuni avrà luogo ed è già stato annunciato in forma ufficiale. Lo stesso invito è stato inoltre esteso anche al Senatore Domenico De Siano che molto probabilmente presenzierà nella sala del Consiglio. Ore 11 di un inizio weekend caratterizzato dal primo timido clima primaverile da consumarsi purtroppo e nuovamente nella discussione “piaga trasporti Ischia” una piaga sempre più profonda avvertita come un male intenso che si è radicato nel golfo del Vesuvio. Un incontro atteso, che vedrà la presenza non soltanto del “Comitato per la mobilità e continuità territoriale” ma anche di numerosi altri comitati a partire da quello dei genitori degli studenti, quello dei pendolari e di numerose altre associazioni che vivono in modo drammatico la problematica dei trasporti sia del mare che su gomma. Un lungo percorso quello del Comitato mobilità presente in più occasioni nel mondo scuola ed in particolare in diversi istituti dell’isola dove vi è stato un dialogo proficuo con gli studenti e gli stessi insegnanti che hanno condiviso pienamente le tematiche trattate con ampio respiro di interlocuzione sul tema trasporti dell’isola, un tavolo importante di più appuntamenti dove forte è stata l’adesione di diversi dirigenti scolastici che da tempo hanno fatto sentire la propria voce nel difendere il diritto nel campo della mobilità e della continuità territoriale. Un percorso fattivo entrato nel concreto con una serie di tanti incontri con i quali si sono preparate le basi per avviare un processo di risoluzione di una tematica che minaccia l’isola giorno dopo giorno sempre di più. L’incontro al Calise di Ischia di quel sabato 20 febbraio scorso, con l’espresso invito protocollato alle sedi comunali di tutti i Sindaci, compreso quello di Procida e coniato sotto uno slogan dal tono forte, “Tutti al Calise per nonpermettere a chi hacambiato il nostropassato di sconvolgere anche ilnostro futuro” è stato un momento importante per la comunità isolana ed un grande trampolino di lancio per l’appuntamento prossimo al Comune di Ischia. Un incontro su cui è doveroso, soprattutto per chi riveste un ruolo amministrativo ed istituzionale, riflettere : un sabato pomeriggio dove in genere ci si dedica al riposo, allo shopping e al relax, ha visto invece nella sala conferenze del prestigioso bar isolano una grande presenza di categorie, comitati, associazioni, studenti,dirigenti di istituto e tanti cittadini, tutti accomunati da un unico legante, quello di vivere il problema trasporti ogni giorno con angoscia e non vedere mai una strada di uscita nonostante le tante promesse ricevute ed ultime tra tutte, quella dell’ometto azzimato che in quel di Casamicciola nello scorso 3 dicembre in una sala attenta a cogliere ogni attimo del discorso, aveva “annunciato” l’arrivo di ben 10 nuovi autobus per l’isola, un regalo espresso in clima natalizio per il quale vien da chiedersi a tutt’oggi se forse sia Babbo Natale l’ inadempiente. Un invito ad un incontro pubblico al quale sono intervenuti il Sindaco di Casamicciola G.B. Castagna, sempre vicino a tale problematica, e l’assessore Giuseppe Di Maio per il Comune di Forio e non bisogna dimenticare le scuse giunte in sala durante l’incontro da parte del Sindaco Ing. Caruso di Serrara, per impegni improvvisi, ma con la precisazione della propria disponibilità per un successivo appuntamento. Quel sabato pomeriggio in un’aula gremita si è riusciti comunque a sfondare un muro, forti di una grande solidarietà sociale e ad ottenere finalmente un accorciamento della distanza della politica dalle esigenze vive della cittadinanza di Ischia che ha dimostrato in quell’occasione e nelle sue più variegate classi sociali, proprio partendo dal mondo della scuola,quanto fosse profondo il disagio per tutti quelli che non solo devono arrivare sull’isola ma devono pure potersi muovere sul territorio. Da quell’appuntamento e su invito dello stesso Sindaco casamicciolese che in conclusione del suo intervento dichiarava –“anche io voglio venire ad un prossimo appuntamento più preparato sull’argomento ed in particolare sulla materia trasporti”- auspicando un nuovo incontro anche con la presenza degli altri primi cittadini, è partito dunque un tavolo di lavoro coordinato da un gruppo che in più sedute nelle scorse settimane ha focalizzato con attenzione alcuni punti che saranno proposti nell’incontro ormai prossimo ad Ischia anche nella piena considerazione che lo stesso Sindaco Castagna ha già effettuato richiesta di convocazione della IV commissione consiliare allargata ai Sindaci e agli utenti di trasporto marittimo. Non ci sono veramente più le premesse per temporeggiare, Ischia è pronta all’inizio di una stagione turistica? e con quali collegamenti via mare e in che condizioni sul territorio? con autobus vecchi, pochi e malconci che dovrebbero essere in grado di “servire” un’utenza di migliaia e migliaia di presenze a partire dal prossimo aprile fino ad ottobre inoltrato? con otto corse soppresse da parte della compagnia pubblica Caremar per l’eliminazione di due traghetti che hanno già lasciato l’isola per inderogabili interventi di manutenzione? ecco, a queste domande noi, espressione del mondo associazionistico, avanzeremo delle proposte nella sede del Consiglio di Ischia, proposte che vanno dalla rimodulazione degli orari, allo spostamento di una tratta e alla possibilità ,fattibile, di poter ottenere almeno un’altra unità di navigazione che vada a sopperire almeno in parte i tanti collegamenti saltati, nondimeno avanzeremo proposte che possano diminuire il grave disagio in tema trasporti EAVbus sull’isola, soprattutto per le centinaia di studenti, categoria molto debole, che si vede costretta o meglio umiliata a sostare per tempi lunghissimi sulle fermate su strada. Sabato è un appuntamento importante per gettare le basi di un percorso che cittadini e Sindaci devono affrontare insieme in un’ottica costruttiva e teso all’avvio di un processo di risoluzione per questa grave piaga sociale, da esporre in tutte le sedi competenti,nessuna esclusa,una piaga profonda che ha trasformato Ischia in una ” cenerentola del golfo” e che bisogna curare con determinazione senza arrendersi, mai, perchè le ripercussioni in temi economici saranno altrimenti devastanti e le cui avvisaglie nel tessuto sociale isolano sono già chiare nella loro esasperata gravità.

Ennio Anastasio