Video

PROCIDA: INAUGURATA LA NUOVA SEDE DEL “NAPOLI CLUB PROCIDA-GENNARO SCHIRALDI”

PROCIDA – Grande festa a Procida per l’apertura del “Napoli Club Procida – Gennaro Schiraldi”. In tanti, giovani e meno giovani, si sono ritrovati in Via Mons. Scotto Pagliara ad inaugurare quello che sarà il rinnovato punto di incontro per chiunque abbia un cuore azzurro. Già duecento iscritti, numero destinato a crescere visti gli sforzi messi in campo, ma visti soprattutto gli ottimi risultati già raggiunti. Un fantastico contenitore di gioventù, divertimento ed idee, tante già messe in pratica.

Nulla è lasciato al caso, a partire dal nome: “Napoli Club Procida Gennaro Schiraldi” che è stato scelto per ricordare un giovane ragazzo isolano scomparso un anno fa, grande tifoso degli azzurri, ma soprattutto un caro amico di chi ha permesso tutto ciò. Il consiglio direttivo è composto dal Presidente Lucio Costagliola, dal vicepresidente Angelo Costagliola (Fiascone), Raffaella Rosato, Antonio Meglio (Bonomo), Salvatore Spinelli, Ciro Monaco, Carmine Parascandolo, tutti rigorosamente tifosissimi azzurri.

Tre grandi sale offrono un ampio ventaglio di attività da svolgere all’interno del Club: due grandi televisori per gustare al meglio le imprese della “Banda Benitez”, un biliardino per gli appassionati di calcio balilla e distributori automatici come punto di ristoro; poster, quadretti e sciarpe che rievocano la storia del Napoli e di chi ha scritto la storia della squadra. Inoltre, l’affiliazione all’AINC (Associazione Italiana Napoli Club) permetterà ai soci del Club di prenotare, presso la sede, i biglietti per le partite di Campionato e di Champions, il tutto corredato all’organizzazione dei trasferimenti via terra e via mare. E ancora, per gli appassionati di “betting”, le quote giornaliere esposte su una grande bacheca realizzata dai ragazzi, così come il “desk” di accoglienza all’ingresso. L’impegno e le doti di chi ha impiegato tempo e lavoro nella realizzazione di questo progetto si toccano con mano all’interno della sede dove spiccano le pareti affrescate dal noto artista napoletano RaffoArt con il grande Diego Maradona che trascina addirittura il Vesuvio e il neo capitano della squadra Marek Hamsik, con la sua cresta di capelli che puntano irti e dritti verso il cielo azzurro.

Appuntamento alle 18.00, l’abbondante rinfresco accoglie chi, per onorare la maglia o semplicemente per curiosità, ha preso parte ai festeggiamenti. Tante le sorprese e il divertimento, due artisti della Canzone Napoletana animano l’atmosfera con suoni partenopei, un asinello tinto d’azzurro passeggia tra la folla stupita. Ognuno oggi ha offerto il suo contributo per una festa in grande stile. La fredda serata del 26 novembre 2013 è riscaldata dall’entusiasmo di chi ha partecipato attivamente e non al raggiungimento di questo traguardo. Alla manifestazione sono intervenute centinaia di persone: giovani, belle ragazze, bambini con la sciarpa azzurra al collo, genitori emozionati, adulti plaudenti. Il locale, anche se apio, non è riuscito a contenere la marea azzurra che così ha inondato tutta la stradina Monsignore Scotto di Pagliara che, da Piazza Olmo conduce a S. Antonio.

E non finisce qui… Dopo aver onorato in maniera esemplare il lavoro di questi mesi, tutti i cuori azzurri presenti hanno cominciato a battere all’unisono per sostenere il Napoli nella delicata e decisiva sfida contro il Borussia Dortmund. Il risultato negativo non ha scalfito entusiasmo dei tifosi azzurri, fra cui – abbiamo intravisto il “mitico” Mimì Succoia che, ai tempi di Maradona, dopo ogni vittoria del Napoli, andava in giro per tutta l’isola a bordo del suo furgoncino, dotato di altoparlante, per annunciarla all’isola e per “far schiattare” i rivali tifosi amici della Juventus. Il circolo aspira a diventare il “meeting point” per mezzo del quale Procida e i procidani possano sentire il proprio tifo, un luogo in più per condividere la stessa passione. Il Napoli Club Procida – Gennaro Schiraldi ha acceso i motori, vuole correre veloce proprio come il Napoli. Tanto è già stato fatto, tanto c’è ancora da fare e pensare. Le idee ci sono, e come direbbe Benitez, forse siamo solo al 75 %.

Fabrizio Lubrano Lavadera

Raffaella Rosato

Have your say