Teleischia
Senza categoria

ACQUE AGITATE NEL CORPO DEI VIGILI URBANI DI ISCHIA. L’OS CHIEDE UN INCONTRO CON L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

ACQUE AGITATE NEL CORPO DEI VIGILI URBANI DI ISCHIA. L’OS CHIEDE UN INCONTRO CON L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

Ieri sera la nomina a comandante dei vigili urbani di Ischia del dott Lello Montuori, decisa dal sindaco Giosi Ferrandino dopo la decisione di non rinnovare le funzioni dirigenziali al tenente Giovan Giuseppe Pugliese. Questa mattina, a segnalare che la situazione non è stata accolta di buon grado, giunge il comunicato dell’ responsabile territoriale FP CGIL Area Nord di Napoli Franco Raglia che chiede un incontro all’amministrazione comunale al fine di conoscere i criteri adottati dalla Amministrazione di Ischia per l’attribuzione e la revoca delle funzioni dirigenziali ex art 109, comma 2 del T.U.E. Nel comunicato si legge:

L’ O.S, segnala l’inaccettabile situazione del corpo dei vigili urbani del comune di Ischia con pesanti ripercussioni sulla funzionalità dei servizi, l’organizzazione del lavoro e il salario delle persone, non ultimo la vicenda che vede non rinnovato le funzioni dirigenziali al comandante della polizia municipale Ten. Giuseppe Pugliese. Per una questione di trasparenza dell’attività amministrativa, il potere conferito dalla legge al Sindaco di cui all’art. 109 del D.Lgs 267/2000 è limitato alle funzioni dirigenziali di cui al precedente art.107, comma 2 e 3 e non anche alle funzioni di cui all’art 9 della legge 65/86 attribuite direttamente dalla legge all’Ufficiale di polizia municipale più alto in grado (qualifica) nell’Ente di appartenenza (cfr. Consiglio di Stato, sez V, n°4663; Consiglio di Stato sentenza N°616. Cass.Sentenza N° 10628/2006.

Per quanto detto questa OS si attiverà nei prossimi giorni per chiedere ufficialmente un incontro con l’amministrazione comunale al fine di conoscere i criteri adottati dalla Amministrazione di Ischia per l’attribuzione e la revoca delle funzioni dirigenziali ex art 109, comma 2 del T.U.E.

Quanto sopra esposto vuole essere uno sprono ad una trattativa leale aperta e concreta,per noi il dialogo è elemento fondante della nostra concezione del confronto, e ove mai ciò devesse essere vano, prenderemo atto che la conflittualità sarà la base del confronto non per nostra scelta ma per decisione della parte datoriale.

Il Responsabile Territoriale FP CGIL Area Nord di Napoli

Franco Raglia