Teleischia
Politica

Un bilancio dell’amministrazione Del Deo

Mentre la politica nazionale focalizza la sua attenzione sulla decadenza del Sen. Silvio Berlusconi e continua con i suoi distinguo nei vari partiti fra lealisti e colombe, fra rottamatori e responsabili, l’Italia si trova a fare i conti con i suoi numerosi problemi.
Naturalmente le decisioni nazionali rischiano di aggravare la posizione dei comuni ed è quello che a noi più interessa in questo momento. Ad esempio la nuova tassa (la IUC imposta unica comunale) racchiude in se alcuni servizi che gravano sulle famiglie, che sono alle prese con questa crisi economica che sembra essere entrata nella sua fase più acuta.
Chi segue la politica nella sua interezza non può non analizzare la situazione locale, e allora c’è da fare un piccolo bilancio sull’azione amministrativa del comune di Forio, a poco più di cento giorni dall’insediamento dell’amministrazione Del Deo.
Senza lasciarsi andare ad uno sterile populismo e ad una insensata demagogia, bisogna prendere atto che nessun cittadino di Forio in questo momento si sarebbe aspettato un amministrazione con “la bacchetta magica”, che sanasse i deficitari conti ereditati dalle giunte Monti-Regine degli ultimi venti anni, ma per lo meno che individuasse i punti critici del paese cercando di risolverli. A questo proposito è sorprendente leggere dai quotidiani locali il pericolo idro-geologico, da cui Forio non è immune e urge di interventi seri ed efficaci per prevenire ulteriori tragedie. E’ ovvio che certe notizie ottengono attenzione solo nel momento che si verificano eventi eccezionali come i nubifragi che hanno colpito la Sardegna, che sulla nostra isola, in tono minore, hanno comunque provocato seri danni, ma è bene ricordare che negli ultimi cinque anni della giunta Regine, e nell’ultima sciagurata campagna elettorale foriana, ARIA NUOVA ha spesso sottolineato l’incombente pericolo idro-geologico, suggerendo di intervenire con celerità presso la regione Campania, affinchè si riducesse quel rischio che oggi nessuno può più sottovalutare. Così come è sempre più opportuno affrontare il nodo sicurezza, aumentando i controlli specialmente nelle zone popolose, come Monterone e Panza, che in certe ore del giorno diventano letteralmente “terra di nessuno”. Senza parlare poi dell’atavica questione dell’area ecologica e di una disastrosa raccolta differenziata che a Forio non decolla, ma che vede lievitare solo la TARSU(oggi TRISE-TASI). E’ tempo di intervenire su questi piccoli ma risolvibili problemi, e non concentrarsi sul gossip che spesso vede protagonisti consiglieri e assessori dei questa maggioranza eterogenea. Ad oggi, questa sembra essere l’amministrazione del “FARE FINTA”, che si limita agli slogan e alle promesse della campagna elettorale. Chiediamo un deciso cambio di passo, una presa d’atto, che per risolvere i problemi c’è bisogno dell’aiuto di tutti. Del Deo ha vinto con una larga maggioranza e ha il diritto-dovere di amministrare per cinque anni, ma servono segnali concreti da questa sua amministrazione, perchè per noi è semplice, chiaro, che se si continua con i giochi della vecchia politica, a pagarne le conseguenze saranno i Foriani, specialmente le nuove generazioni.
A questa amministrazione l’onore e l’onere di decidere se ha a cuore gli interessi dei Foriani o se preferisce restarsene rinchiusa al Green Flash aspettando che passi il mandato.

responsabile politico Movimento ARIA NUOVA

 

 

POTREBBE INTERESSARTI

ELEZIONI AMMINISTRATIVE. AD ISCHIA, LA CARICA DEI 129

Redazione-

ELEZIONI ISCHIA. LISTA “PARTITO COMUNISTA ITALIANO MARXISTA LENINISTA”, CANDIDATO SINDACO GENNARO SAVIO

Redazione-

ELEZIONI ISCHIA. LISTA “ISCHIA DEMOCRATICA” CON IDA DE MAIO E ANTONELLO SORRENTINO

Redazione-

ELEZIONI ISCHIA. LISTA “ISCHIA PRIMA DI TUTTO” CON MASSIMO TROFA E CARMEN CRISCUOLO

Redazione-

ELEZIONI ISCHIA. LISTA “INSIEME PER ISCHIA CON ENZO”, CON PAOLO FERRANDINO E GIOVANNI SORRENTINO

Redazione-