Teleischia
Sport

PROCIDA: COL SAN MARCO TROTTI UNA SCONFITTA CHE FA MALE

La sconfitta di San Felice a Cancello conro il San Marco Trotti è stata digerita senza troppe preoccupazioni dall’ambiente del Procida calcio. Senza particolari ansie il gruppo biancorosso si è rimesso nella giornata di ieri a lavoro per preparare la sfida interna contro la Puteolana con la classica seduta atletica agli ordini del prof. Gianni Mazziotti. Questo è uno dei fattori positivi del chiamarsi Procida, con una società e un ambiente che non mettono pressioni e che ti permettono di superare senza difficoltà anche le sconfitte più brutte. Mister Cibelli commenta senza particolari drammi il primo vero k.o. di questa stagione trovando, nell’arco degli interi novanta minuti, anche tanti segnali positivi. “Il risultato in teoria non ammette dicussioni – commenta Cibelli – nel senso che lo 0-3 può far pensare ad una partita scontata sin dai primi minuti di gioco. Ma, soprattutto dopo aver preso lo schiaffo dell’1-0, la mia squadra ha saputo riorganizzarsi e reagire costruendo qualche occasione dove è stato bravo soprattutto il loro portiere nell’evitare che il risultato tornasse in parità nel primo tempo. Poi il raddoppio preso all’ultimo istante della prima frazione ci ha decisamente tagliato le gambe e recuperare due gol ad una squadra forte ed organizzata come il San Marco Trotti era davvero un’impresa improbabile. Tuttavia il primo tempo giocato nella gara di San Felice a Cancello mi fa ben sperare per il prosieguo, perchè dopo qualche partita nella quale la mia squadra sembrava in calo sotto questo punto di vista i ragazzi si sono comportati bene. Alla fine tutto ciò non vuol sminuire la prova del San Marco Trotti che ha dimostrato di essere un’ottima squadra meritando i tre punti.” Il campo del San Marco Trotti sicuramente non ha agevolato i giocatori di spessore del Procida come Bottone, Costagliola o Muro che hanno trovato tantissima difficoltà nello sfruttare le loro caratteristiche principali. Tante azioni di ripartenza perse per il fango o per il campo pesante per un Procida che ha sofferto la maggior abitudine dei padroni di casa a queste condizioni di gioco. “Per quanto riguarda i terreni di gioco irregolari io ho una mia teoria – spiega Cibelli – nel senso che credo che siano i giocatori meno dotati tecnicamente più che quelli più forti ad essere penalizzati. Diciamo che i miei hanno avuto qualche difficoltà più dal punto di vista fisico, della fatica, della corsa. Abbiamo, nonostante le pessime condizioni del campo, costruito ugualmente ottime azioni soprattutto con Lorenzo Costagliola su suggerimenti di Marco Bottone che venendo tra le linee ha spesso creato pericoli per la formazione avversaria.” Nonostante le mille difficoltà, il Procida non è sembrata nettamente inferiore come direbbe il punteggio. Gli isolani hanno praticamente concesso due occasioni per ingenuità difensive che i casertani hanno saputo sfruttare con grande cinismo. Considerando gli svarioni nel derby con il Forio, nella gara contro il Volla e in quella contro il Portici, i punti persi per errori individuali iniziano a diventare tanti per gli isolani. “E’ vero, dobbiamo fare un pò più d’attenzione dietro – dice Cibelli bacchettando un pò i suoi calciatori – sia in occasione del primo gol che del secondo abbiamo fatto non errori di reparto ma di singoli, con protagonisti anche calciatori d’esperienza. Questo fa parte del gioco ma dobbiamo stare attenti a limitare errori del genere e nel nostro progetto di crescita questa è un’altra cosa che dobbiamo andare a limare.” Il calendario offre tuttavia l’immediata opportunità di riscattare questa dura sconfitta visto che allo “Spinetti” arriva la Puteolana, relegata in piena zona playout. Ma Cibelli mette in guardia i suoi uomini : “noi dobbiamo stare prima di tutto attenti nel non sottovalutare la Puteolana. E’ vero che sono una squadra giovane e sono un pò attardati in classifica ma io li ho visti giocare e fanno dell’agonismo la loro arma principale. Se noi non entriamo in campo con il giusto atteggiamento possiamo commettere qualche errore che già abbiamo fatto in passato. La classifica ci sorride ancora nonostante l’ultima sconfitta e ci bastano un paio di risultati positivi per rilanciarci nelle primissime posizioni visto che ad oggi la zona playoff dista appena tre punti. Per continuare a sognare dobbiamo restare attenti, concentrati ed affrontare ogni avversario con grande umiltà ricordandoci che abbiamo bisogno, nell’arco di una partita, di tanta grinta e tanta corsa come abbiamo fatto in molte occasioni quest’anno. Non importa che la Puteolana è una squadra “piccola”, magari meno attrezzata di altre, e proprio per questo, grazie alla disponibilità della mia società che veramente non mi fa mancare nulla, questa settimana faremo anche un allenamento in più proprio per preparare al meglio questa importante gara.” Intensa settimana d’allenamento quindi per il Procida che si ritroverà quest’oggi allo “Spinetti” per la seconda seduta, domani pomeriggio ci sarà invece un test amichevole contro la Juniores prima della rifinitura di Venerdì. Gli isolani non vogliono fallire questa appuntamento e Cibelli sta curando, in vista di Sabato, ogni minimo dettaglio.

di MARIO LUBRANO LAVADERA

POTREBBE INTERESSARTI

ECCELLENZA. L’ISCHIA VINCE CON LA MADDALONESE 4-1 NEL RICORDO DELLE VITTIME DELL’ALLUVIONE

Redazione-

MADDALONESE. BOVIENZO: “VITTORIA MERITATA MA PUNTEGGIO TROPPO LARGO”

Redazione-

ISCHIA CALCIO. IMPAGLIAZZO: “ABBIAMO DOMINATO L’INCONTRO”

Redazione-

ATLETICO CALCIO. DE MICHELE: “ABBIAMO FATTO UNA GRANDISSIMA PARTITA”

Redazione-

REAL FORIO. IERVOLINO: “ABBIAMO PAGATO MOLTO LE ASSENZE”

Redazione-