Teleischia
Senza categoria

SCUOLA: SENTENZA EUROPEA, PRECARIA DI ISCHIA FA DA BATTISTRADA

”Vado in classe con passione, mi piace stare con i ragazzi e sono una di quelle che non si assenta mai. Naturalmente ora sono soddisfatta della sentenza europea. Anche perchè negli anni mi sono vista passare avanti tante persone con punti meno di me”. A parlare Raffaella Mascolo, insegnante precaria di Ischia (Napoli), 54 anni, il cui nome – come sottolinea il Corriere del Mezzogiorno che l’ha intervistata – è in testa alla sentenza della Corte di Giustizia europea che si è pronunciata dopo il ricorso della docente e la decisione del 2 gennaio 2013 del giudice Paolo Coppola del Tribunale di Napoli di rimettere gli atti alla Corte. La Mascolo ha iniziato a lavorare a Ferrara nel 2002, poi nell’hinterland napoletano e successivamente a Ischia. ”Presentai il ricorso – spiega – perchè una sentenza ne dava la possibilità a chi lavorava da tre anni. Io sono sempre stata chiamata per incarichi annuali e poi licenziata il 30 giugno”. Laureata in Architettura, ha insegnato Arte e poi sostegno. ”Sono anche docente di sostegno e negli ultimi anni è sempre come tale che mi chiamano. Ora – riferisce – ho un incarico alle superiori di Ischia. Con la riforma Gelmini la storia dell’Arte è stata declassata. Eppure siamo in un Paese che ha un patrimonio così ricco”.(ANSA).