Teleischia
Politica

DI SCALA: «MAGGIORANZA SORDA ALLE ESIGENZE DEI CITTADINI RIGUARDO GLI INTERVENTI SULLE ABITAZIONI».

di scala

Durante i lavori del consiglio regionale odierno, gli emendamenti della consigliera Maria Grazia Di Scala sono stati respinti ” Gli emendamenti proposti – ha dichiarato Maria Grazia Di Scala – avrebbero potuto trovare ingresso nel disegno di legge finale così da venire incontro alle istanze della cittadinanza che da anni richiede interventi concreti per la risoluzione di problemi pratici che riguardano piccoli interventi che non vanno ad intaccare la sicurezza delle abitazioni.

Nella seduta odierna del Consiglio Regionale si è discusso delle modifiche alla legge regionale del 1983 riguardanti le misure urgenti per la semplificazione delle norme in materia di prevenzione del rischio sismico. Avevo proposto vari emendamenti alla normativa vigente in materia di legge antisismica, tesi a facilitare la vita a chi volesse eseguire opere minori, prevedendo che alcuni interventi non fossero sottoposti alla vigente normativa in materia sismica. Sono stati dichiarati inammissibili senza alcuna motivazione, ed alcuni respinti per un presunto contrasto con la legge nazionale, contrasto insussistente, visto che quelle esenzioni sono in vigore in moltissime regioni italiane. Gli emendamenti proposti avrebbero potuto trovare ingresso nel disegno di legge finale così da venire incontro alle istanze della cittadinanza che da anni richiede interventi concreti per la risoluzione di problemi pratici che riguardano i piccoli interventi che non vanno ad intaccare la sicurezza delle abitazioni».

Queste le parole della consigliera regionale Maria Grazia Di Scala che questa mattina, durante i lavori del consiglio regionale della Campania, ha stigmatizzato l’atteggiamento poco collaborativo della maggioranza. Le proposte di modifica presentate avevano l’obiettivo di rendere più spedita e snella la macchina amministrativa, mantenendo inalterati gli standard di sicurezza fondamentali per la salvaguardia della cittadinanza.

«Gli emendamenti – ha dichiarato la consigliera – concentrati su opere minori non assoggettabili alla normativa antisismica, come già accade in tante altre regioni italiane, sono stati bollati di inammissibilità senza alcuna motivazione confermando ancora una volta come la fretta di adottare i provvedimenti vada spesso a discapito della concretezza futura di tali accorgimenti. Per il futuro – ha concluso la consigliera Maria Grazia Di Scala – mi auguro che ci sia una maggiore collaborazione tra le parti, in modo da venire incontro alle esigenze pratiche e quotidiane della cittadinanza».

 

POTREBBE INTERESSARTI

NAPOLI. IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA IL BILANCIO DI PREVISIONE 2022-2024

Redazione

CASAMICCIOLA TERME. L’EX SINDACO CASTAGNA: “RAMMARICATO DALLE TEMPISTICHE, MA SCELTA FIGLIA DI ALTRE LOGICHE”

Redazione

BARANO. GAUDIOSO BIS, DOMANI IL PRIMO CONSIGLIO COMUNALE

Redazione-

CONSIGLIO DEI MINISTRI. CONTENIMENTO DEI COSTI DELL’ ENERGIA ELETTRICA E DEL GAS NATURALE

Redazione-

ELEZIONI ISCHIA 2022. FERRANDINO: “GLI ISCHITANI HANNO PREMIATO LA NOSTRA AMMINISTRAZIONE”

Redazione-