Teleischia
Attualità

ISCHIA, POCHI MINUTI DI PIOGGIA E LE STRADE DELL’ISOLA VERDE DIVENTANO FIUMI IN PIENA

Sull’isola d’Ischia la giornata di vento forte e tempo variabile come quella di lunedì 17 novembre 2014 che sarebbe potuta assurgere agli onori della cronaca per il mare mosso e i collegamenti marittimi a singhiozzo, sarà ricordata per gli impressionanti allagamenti causati sulle strade da un brevissimo acquazzone. Infatti a ora di pranzo sono bastati pochi minuti di pioggia a far si che le carreggiate isolane si trasformassero in fiumi in piena. E anche questa volta a dare testimonianza della pericolosità di allagamenti causati per la vergognosa mancanza di un sistema dignitoso di smaltimento delle acque piovane, ci sono gli utenti della rete che smartphon alla mano hanno immortalato immagini da brividi. Come ha fatto a Forio Francesco Iacono che sull’ex strada statale 270 all’ingresso della Frazione di Panza si è ritrovato d’improvviso nel bel mezzo di un torrente. Tra i vari commenti postati a margine del video, c’è quello di Rita che denuncia: “E’ da sempre che si verifica questa situazione quando piove molto, ma si cercherà una soluzione solo quando ci scappa il morto. E’ molto pericoloso”. E come darle torto visto il fiume in piena che scorre violento lungo questo tratto dell’ex strada statale 270. Cosa aggiungere. Forio e gli altri comuni dell’isola d’Ischia pagano lo scotto del decennale malgoverno locale che ha visto protagoniste giunte di centro, centrodestra, centrosinistra e cosiddette di salute pubblica. Un malgoverno che continua fedele nel tempo…

di gennaro savio

POTREBBE INTERESSARTI

PUNTA CAMPANELLA. SALVATA LA TARTARUGA OSIMHEN

Redazione-

COPPA ITALIA ECCELLENZA. SAN MARZANO CAMPIONE, ACERRANA SCONFITTA! L’ISOLA SORRIDE CON CASTAGNA E ARMENO

Redazione-

UNIVERSITA’ VANVITELLI, ESONERO DAI CONTRIBUTI D’ISCRIZIONE PER GLI STUDENTI DI CASAMICCIOLA

Redazione-

QATARGATE. COZZOLINO: “SONO ESTRANEO AI FATTI. MI DIFENDERO'”

Redazione-

QATARGATE. IL PARLAMENTO EUROPEO REVOCA L’IMMUNITA’ ALL’ON.COZZOLINO

Redazione-