Teleischia
Politica Video

DOMENICO SAVIO: “LA MAGGIORANZA A FORIO NON HA OMAGGIATO DEGNAMENTE LE VITTIME DEGLI ATTENTATI DI BRUXELLES”

 

in questi giorni alcuni Sindaci dell’isola d’Ischia e rappresentanti della potente classe sociale degli albergatori sono stati a Mosca per partecipare alla Fiera internazionale del Turismo. La foto che li ritrae in gita, sui social network ha scatenato durissimi commenti da parte di tanti isolani, i quali si dicono letteralmente indignati per il fatto che mentre l’isola Verde muore di degrado, a causa del malgoverno amministrativo, i massimi responsabili dell’abbandono sociale vanno alle fiere turistiche per promuovere i propri Comuni. Mancata realizzazione dei depuratori, strade paurosamente e pericolosamente dissestate, che diventano fiumi in piena ogni qualvolta piove, dissesto idrogeologico non arginato, vergognosi disservizi nei trasporti marittimi e terrestri, strade, spiagge, pinete e parchi pubblici sporchi e abbandonati, scuole, strutture pubbliche e sportive fatiscenti e inutilizzabili. In questo triste e pietoso stato di degrado da Ultimo Mondo è stata ridotta l’isola d’Ischia dal malgoverno di Sindaci e Amministratori vari comunali, che poi ne vanno a pubblicizzare all’estero le bellezze ambientali, naturalistiche, archeologiche e paesaggistiche: assurdo! E il tutto mentre il tintinnio delle manette e le inchieste in corso della Magistratura per accertare casi di mala gestione amministrativa e di corruzione hanno portato, negli ultimi mesi, la nostra stupenda Isola al centro della cronaca nazionale. Tra i commenti postati dagli isolani quello che ha fatto più rumore è stato scritto da Grazia Papinel, Consigliere comunale di Forio. “Peccato che non sono andati a Bruxelles”, ha scritto la Parpinel in riferimento ai tragici attentati che si sono registrati il 22 marzo scorso nella capitale Belga e che hanno visto la morte e il ferimento di poveri innocenti ad opera dell’ISIS, organizzazione terroristica internazionale, frutto dell’infame e disumano sistema economico e sociale imperialistico, che domina incontrastato il mondo da quando, purtroppo, è stata sconfitta, da parte del capitalismo, dell’imperialismo e del clericalismo occidentali, l’ex URSS e il mondo del socialismo realizzati nel secolo scorso. La scritta su FaceBook della rappresentante politica foriana, che chiaramente noi non condividiamo per niente, ha scatenato una serie di dure reazioni e proprio nel corso del Consiglio comunale Grazia Parpinel si è scusata pubblicamente per quanto dichiarato.  La cosa che è risultata più assurda agli occhi di chi ha assistito ai lavori del Consiglio comunale di Forio è stato l’atteggiamento che i Consiglieri comunali della maggioranza, guidata dal Sindaco Francesco Del Deo, hanno tenuto nel momento in cui si è tentato di discutere, su proposta del Consigliere del PCIML Domenico Savio,  delle cause che hanno prodotto le stragi avvenute in Belgio e nell’intera Europa. Tentato sì, perché ciò proprio non  é stato possibile né ad inizio seduta né alla fine. Infatti, ad apertura dei lavori del Civico consesso dopo due minuti di silenzio osservati su proposta della Dott.ssa Maria Conti, Domenico Savio ha chiesto che si discutesse sulle ragioni storiche, politiche, militari ed economiche degli attentati, ma questo non è stato possibile per volere della maggioranza amministrativa. “In questo modo – ha tuonato Domenico Savio – in Consiglio comunale le vittime anziché essere ricordate degnamente vengono offese. Il Sindaco all’inizio di seduta, o un suo delegato, avrebbe dovuto, anche se brevemente, fare la dolorosa cronaca dei tragici fatti accaduti, dopodiché i Consiglieri che l’avessero richiesto avrebbero potuto prendere la parola per esprimere le proprie valutazioni e i propri sentimenti umani verso le vittime. Dopodiché si sarebbe osservato il minuto di silenzio. Ma dove stiamo? – ha continuato Domenico Savio -, ma che modo è questo di condurre i lavori del Consiglio comunale, specialmente su argomenti delicati come le stragi di questi giorni. La storia passa anche attraverso questi istanti e i lavori del Consiglio comunale. Le vittime avrebbero dovuto essere ricordate degnamente e con rispetto, non semplicemente alzandosi un minuto in silenzio e risedersi appena dopo per passare a discutere dell’argomento posto all’ordine del giorno della seduta.    Ma non è tutto. Infatti dopo che si è esaurita la discussione sull’unico punto  all’ordine del giorno e la Dott.ssa Conti ha letto in aula il contenuto della frase di Grazia Parpinel, Domenico Savio ha preso la parola cercando di aprire il dibattito sulle dichiarazioni della Consigliera di minoranza  e sulle cause che hanno prodotto le stragi in Belgio negli ultimi giorni. E sapete a questo punto cosa hanno fatto i Consiglieri comunali di maggioranza, che poco prima con volto costernato avevano partecipato ai minuti di raccoglimento? Si sono alzati, hanno voltato le spalle a Domenico Savio e di conseguenza al Consiglio e alle vittime di Bruxelles e hanno lasciato l’aula. Il tutto mentre Domenico Savio parlava e quando il Presidente del Consiglio Michele Regine non aveva ancora sciolto la seduta: che vergogna! Ascoltate e vedete il video in presa diretta per credere.

DI GENNARO SAVIO

POTREBBE INTERESSARTI

ISCHIA. ALLA CHIESA DEL BUON PASTORE I FUNERALI DI CASSANDRA MELE (SERVIZIO TV)

Redazione-

PREMIO ISCHIA 2022. BENEDETTO VALENTINO: “L’EDIZIONE DELLA RIPARTENZA” (SERVIZO TV)

Redazione-

PROCIDA. COSTAGLIOLA: “SAGRA DEL MARE, IL 24 LUGLIO L’ELEZIONE DELLA GRAZIELLA” (SERVIZIO TV)

Redazione-

BARANO. RAFFAELE DI MEGLIO: “PRONTI I PROGETTI PER IL RILANCIO DI BUONOPANE” (SERVIZIO TV)

Redazione-

CASAMICCIOLA. DIPORTISTA MUORE ALLA CALA DEGLI ARAGONESI…E TANTI GLI INTERROGATIVI DA PORCI (SERVIZIO TV)

Redazione-