Teleischia
Politica

ISCHIA: IL CONSIGLIO APPROVA IL RIORDINO DELLE PARTECIPATE

Questa sera il Consiglio Comunale di Ischia ha approvato la delibera proposta dalla maggioranza sulla razionalizzazione delle societá partecipate. Un atto che , in pratica, prevede la revoca della vendita delle quote di Ischia Ambiente ai privati, la messa in liquidazione di Ischia Risorsa Mare e il conseguente affidamento dei servizi a Ischia Ambiente, l’efficientamento della Genesis, con una rivisitazione dei costi e una ottimizzazione dei ricavi e il rientro “in bonis” dell’Evi, nonostante il suo stato di liquidazione. A favore oltre alla maggioranza ha votato il consigliere Luigi Balestrieri e si é astenuto il consigliere Scotto. Approvato anche un emendamento della maggioranza che rinvia ad una prossima delibera di Consiglio l’iter per la liquidazione di Ischia Risorsa Mare e, a sorpresa, un emendamento proposto dal consigliere Ciro Ferrandino che prevede il passaggio del capitolato in Consiglio Comunale. In apertura il civico consesso ha osservato un minuto di silenzio in onore delle vittime dell’attentato di Bruxelles. Poi ha preso la parola il Vicesindaco Enzo Ferrandino che ha illustrato la situazione delle partecipate del Comune e la delibera proposta.
Duro l’intervento di Carmine Bernardo che sottolinea come “Questa delibera nasce per mettere una pezza alla gestione in perdita di Ischia Risorsa Mare con un avvallo del Consiglio comunale e con la scusa di una previsione di legge, che ancora non esiste. In pratica – prosegue Bernardo – stiamo passando i debiti da Ischia Risorsa Mare al Comune di Ischia”. Nell’intervento di Bernardo non é mancata una stoccata alla maggioranza sul passo indietro sulla privatizzazione di Ischia Ambiente ” noi avevamo detto sin dall’inizio che privatizzare la societá era un errore e avrebbe significato aprire le porte alla criminalitá, come accaduto a Forio e Lacco Ameno”. Non convince per nulla il consigliere Bernardo neanche il piano di efficientemente di Genesis e la gestione di EVI che “ha una perdita patrimoniale di 3milioni di euro, che non potrá essere colmata con i crediti del CISI. Anche in questo caso i debiti di una partecipata verranno trasferiti al Comune”.
Dello stesso tenore l’intervento di Ciro Ferrandino, che esprime preoccupazione per la sorte dei lavoratori delle partecipate, in particolare di quelle in liquidazione. Salvatore Mazzella dal canto suo mette in guardia la maggioranza sul rischio che la cessione della gestione del porto a Ischia Ambiente e la liquidazione di Ischia Risorsa Mare possa portare il Comune alla perdita della concessione demaniale. Nessun intervento da parte della maggioranza che per bocca del Consigliere Ottorino Mattera si è detta completamente in linea con la relazione iniziale del Vicesindaco.

POTREBBE INTERESSARTI

NAPOLI. IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA IL BILANCIO DI PREVISIONE 2022-2024

Redazione

CASAMICCIOLA TERME. L’EX SINDACO CASTAGNA: “RAMMARICATO DALLE TEMPISTICHE, MA SCELTA FIGLIA DI ALTRE LOGICHE”

Redazione

BARANO. GAUDIOSO BIS, DOMANI IL PRIMO CONSIGLIO COMUNALE

Redazione-

CONSIGLIO DEI MINISTRI. CONTENIMENTO DEI COSTI DELL’ ENERGIA ELETTRICA E DEL GAS NATURALE

Redazione-

ELEZIONI ISCHIA 2022. FERRANDINO: “GLI ISCHITANI HANNO PREMIATO LA NOSTRA AMMINISTRAZIONE”

Redazione-