Teleischia
Attualità

NEWS DELL’ASCOM A CURA DI MARCO LARASPATA

bonus occupazione in Garanzia Giovani – agevolazioni per autoimprenditorialità

1) Il Ministero del lavASCOMoro e delle politiche sociali con decreto direttoriale n. 16/2016 ha istituito il

super bonus occupazione nell’ambito del programma garanzia giovani per le aziende che assumono

un giovane che abbia svolto o che stia svolgendo un tirocinio avviato entro il 31/1/2016.

Tale incentivo viene riconosciuto per le assunzioni effettuate dal 1/3/2016 al 31/12/2016 entro il

limite complessivo di spesa di 50 milioni di euro stanziato a livello nazionale.

Le assunzioni incentivate devono essere a tempo indeterminato anche a scopo di somministrazione.

La misura dell’incentivo è stabilita dalla classe di profilazione assegnata al giovane in base alla

tabella di seguito indicata:

TIPOLOGIA DI CONTRATTI INCENTIVATI BONUS ASSEGNATI IN BASE AL PROFILING DEL

ASSOCIARSI CONVIENE

Contratti a tempo indeterminato 3.000 6.000 9.000 12.000

La compatibilità con la normativa in materia di aiuti di stato è stata già chiarita con precedente

comunicazione dell’ufficio Previdenza n. 27/2016.

2) Un’ulteriore iniziativa riguarda i giovani iscritti a Garanzia Giovani che vogliano intraprendere

un percorso di autoimpiego e di autoimprenditorialità

Dal 1 marzo 2016 possono presentare domande per ottenere le agevolazioni previste da Fondo

Rotativo Nazionale SELFIEmployment, promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche

Sociali e gestito da Invitalia che eroga finanziamenti agevolati di importo variabile da un minimo di

5mila ad un massimo di 50mila Euro.

Le domande possono essere inviate utilizzando la procedura informatica a disposizione sul sito www.invitalia.it in cui

sono reperibili anche l’Avviso Pubblico Ministero del Lavoro, il Decreto Direttoriale Ministero del Lavoro n. 7/II/2016,

il Decreto Direttoriale Ministero del Lavoro n. 426/II/2015

Detrazioni fiscali: ricompresa la sostituzione

della caldaia

Rientra nel bonus arredi la sostituzione della caldaia, in quanto intervento diretto a sostituire

una componente essenziale dell’impianto di riscaldamento

È possibile usufruire del cosiddetto bonus arredi la sostituzione della caldaia. Lo ha chiarito

l’Agenzia delle Entrate con una recente circolare [1]. Chi intende, quindi, sostituire il vecchio

apparecchio con uno nuovo può ottenere le agevolazioni fiscali previste dalla legge e consistenti in

una detrazione del 50% dell’importo speso. La detrazione, che va ripartita in dieci quote annuali di

pari importo, spetta sulle spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016 ed è calcolata su

un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.

Secondo l’Agenzia delle Entrate, la sostituzione della caldaia, in quanto intervento diretto a

sostituire una componente essenziale dell’impianto di riscaldamento consente l’accesso al bonus

arredi.

[1] Ag. Entrate, circolare n. 3 del 2.03.2016.

POTREBBE INTERESSARTI

CAPRI. TRAGEDIA A MARINA GRANDE: VENTENNE PERDE LA VITA ANNEGANDO

Redazione-

CAPRI. TURISTA DISPERSO: RICERCHE ANCORA SENZA RISULTATI

Redazione-

GUARDA IN TV. LA SANTA MESSA DALLA CHIESA DI SANTA MARIA DELLE GRAZIE IN SAN PIETRO (ISCHIA) ALLE 19.00

Redazione-

LUTTO. E’ MORTO RAFFAELE MIGLIACCIO (TRIPPACCHIELLO), LO STALLONE ISCHITANO

Redazione-

ISCHIA. PROMOSSI ALLA CAND GLI ARBITRI ANGELA CAPEZZA E GIOVANNI DI MEGLIO

Redazione-