Teleischia
Attualità

L’ISOLA DI PROCIDA ADERISCE ALLA “SMART ISLAND”

Programma “Smart Island”, risparmio energetico e fonti rinnovabili. Il Comune di Procida ha aderito al progetto  “Smart Island”  che il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) sta sviluppando in collaborazione con la  Exalto Energy & Innovation srl,  nell’ambito del bando “Social Innovation Cluster” e con il cofinanziamento del MIUR.

Il progetto prevede inizialmente lo studio e la definizione di un modello energetico sostenibile per le isole minori italiane trovando  soluzioni per incrementare l’efficienza energetica, economica e ambientale del sistema.  Nella seconda fase ci sarà il coinvolgimento delle altre isole minori per verificare l’applicabilità  del modello. 

La finalità principale è di avviare sull’isola di Procida un percorso di progressivo abbattimento delle emissioni di gas ad effetto serra e ridurre drasticamente per il cittadino  i costi dell’energia elettrica e il consumo di fonti fossili. 

Attraverso un percorso di sostenibilità ambientale sarà analizzato il  contesto procidano per consentire la penetrazione di fonti energetiche rinnovabili e di risparmio  energetico al fine di avviare I’ isola di Procidaverso uno scenario “fossil free”. 

L’amministrazione comunale fornirà dati sui consumi energetici pubblici e sulla produzione e lo smaltimento dei rifiuti. Valuterà proposte di finanziamento per l’installazione di sistemi di monitoraggio dei consumi energetici e per la realizzazione di impianti da fonti innovabili individuando sui tetti degli 1edifici o a terra, delle aree che possano ospitare gli impianti. Si cercherà il coinvolgimento di stakeholders locali: presso privati ed imprese,  i principi del programma saranno promossi e divulgati per  avviare  la diffusione delle tecnologie anche attraverso l’organizzazione di gruppi d’acquisto. 

Il CNR si è impegnato ad analizzare, in collaborazione con Exalto, i dati raccolti presso il Comune di Procida: i consumi elettrici delle utenze pubbliche isolane saranno monitorati  per individuare aree di risparmio energetico ed eliminare consumi involontari. 

Allo studio del CNR saranno sottoposte:  le fonti rinnovabili, con soluzioni per il risparmio energetico; la gestione e riduzione dei rifiuti urbani; la mobilità alternativa, con ridotte emissioni d’inquinanti in atmosfera; la qualità dell’aria, tramite strumentazione innovativa e programmi di modellistica atmosferica. 

Il CNR  fornirà anche supporto all’amministrazione isolana per partecipare a programmi di incentivazione nazionale e regionale legati alla diffusione delle tecnologie efficienti e rinnovabili. Inoltre, si occuperà diricercare finanziamenti ai progetti da realizzare. 

Exalto, infine, si impegna a supportare l’amministrazione nel partecipare a programmi di finanziamento delle tecnologie individuate oltre che ad elaborare una proposta di finanziamento per la realizzazione di impianti da fonte rinnovabile e risparmio energetico sull’isola.

Nessuna delle attività descritte nell’accordo è a titolo oneroso, quindi nessun costo dovrà essere sostenuto dalle parti. 

II protocollo di intesa è valido per due anni.

 

POTREBBE INTERESSARTI

NAPOLI. CNPR FORUM: TAGLIO DEL CUNEO FISCALE PER DARE SUBITO PIÙ SOLDI IN BUSTA PAGA

Redazione-

CAPRI. RITROVATO IL CORPO SENZA VITA DEL TURISTA STATUNITENSE SCOMPARSO

Redazione-

CAPRI. TRAGEDIA A MARINA GRANDE: VENTENNE PERDE LA VITA ANNEGANDO

Redazione-

CAPRI. TURISTA DISPERSO: RICERCHE ANCORA SENZA RISULTATI

Redazione-

GUARDA IN TV. LA SANTA MESSA DALLA CHIESA DI SANTA MARIA DELLE GRAZIE IN SAN PIETRO (ISCHIA) ALLE 19.00

Redazione-