Teleischia
Attualità

TURISMO: DALLA FIERA DI MONACO IDEE E SPUNTI PER LA PROMOZIONE DELL’ISOLA D’ISCHIA

Sono davvero tanti i visitatori della fiera di Monaco in corso fino a domenica 14 febbraio. Il padiglione dedicato alle mete anche italiane, dove è presente il particolare stand del comune di Forio vede, tra i suoi corridoi, visitatori di ogni età che non mancano di fermarsi ad ammirare le immagini che ritraggono l’isola sia sul materiale pubblicitario che proiettate nel video che, non stop, racconta luoghi e curiosità del territorio.

“Essere presenti a fiere del genere – dichiara il consigliere Gianna Galasso, componente della delegazione del comune di Forio presente a Monaco – è fondamentale per continuare a mantenere vivo il collegamento che esiste da sempre tra il nostro territorio e quello tedesco. Un modo per comprendere anche le nuove richieste dei turisti e presentare loro le nostre tante opportunità.”

La fiera di Monaco, particolarmente dedicata al leisure, chiuderà i battenti domenica e quello che sta per iniziare sarà un weekend davvero molto interessante, con eventi e spettacoli che stanno già richiamando presso l’area espositiva cittadina già molti visitatori provenienti dall’intera regione.

Ma, ovviamente, in fiera non sono presenti solo potenziali e futuri turisti, ma una buona percentuale è composta da operatori del settore, con o senza uno stand nell’area espositiva.

“Oltre che con i turisti, nelle ore di apertura della fiera è possibile entrare in contatto con enti e organizzazioni turistiche e non solo – aggiunge il consigliere Mario Savio – con cui scambiare opinioni e punti di vista. Molto interessante è lo stand predisposto, ad esempio, dai comuni di Siracusa, Noto, Avola e Pachino (parliamo quindi della costa orientale bassa della Sicilia) presenti in fiera con i relativi amministratori in un unico stand. Le amministrazioni, infatti, hanno creato tra loro un unico tavolo di concertazione programmando, su base quinquennale, le fiere cui prendere parte e le attività promozionali da portare avanti per il proprio territorio, in modo unitario e condiviso. Per fare ciò hanno investito, in percentuale, parte della propria tassa di soggiorno. Una buona pratica che l’isola d’Ischia potrebbe fare propria instaurando un proficuo dialogo tra le sei amministrazioni locali.”

Le cittadine siciliane, saranno presenti in molte fiere europee e non, come ad esempio quelle di Madrid, Parigi, Berlino, Londra, Hong Kong. Tutte mete molto importanti per la promozione del proprio territorio.

“Sull’esempio del comune di Forio – conclude Mario Savio – che crede ed investe nella promozione all’interno delle fiere di settore, anche le altre amministrazioni comunali isolane potrebbero unirsi e creare un sistema coordinato di promozione turistica, proprio come le cittadine siciliane presenti a Monaco, destinando parte della tassa di soggiorno da impiegare in modo ragionato ed efficace in attività unitarie.”

 

 

 

POTREBBE INTERESSARTI

GUARDA IN TV, IN DIRETTA FACEBOOK E SUL WEB LA COMMEDIA “A CHE SERVONO QUESTI QUATTRINI”. IN ONDA DOMANI ALLE 10.30

Redazione-

ISCHIA. MARE SPORCO AI MARONTI, BAGNANTI INDIGNATI

Redazione-

CENTRO ANTIVIOLENZA ISCHIA. INCONTRO PER COMUNICARE LE NUOVE INIZIATIVE. “RIPARTIAMO CON PIÙ ENERGIA!”

Redazione-

CORONAVIRUS. DATI NAZIONALI 06 LUGLIO, 107.786 NUOVI CONTAGI, 51.183 GUARITI

Redazione-

COMMISSIONE REGIONALE LAVORO: AUDIZIONE SU LAVORO NERO E SOTTOPAGATO

Redazione-