Teleischia
Sport

LEGA PRO. L’ISCHIA VISTA DA LORO. LA METAMORFOSI DOPO UN BUON INIZIO CAMPIONATO. LA DIFESA DA RINFORZARE E LE INSIDIE SECONDO LA STAMPA DI CATANIA

Sabato 6 gennaio alle ore 14: sfida salvezza o pseudo testacoda? La classifica confonde le idee.

Da una parte il Catania, a 23 punti, forte dell’imbattibilità ritrovata da sei giornate. Sulla sponda opposta, l’Ischia, a quota 17, persa nella selva oscura dei playout, a corto di vittorie da ben 11 gare. L’ultima risale all’1 novembre 2015 (Andria-Ischia 1-2). Storie diverse, ma destino comune: entrambi lottano per la permanenza in terza serie. Per gli isolani è necessario ritornare al successo se l’intenzione è risalire celermente. Reduci dal 3-3 contro il Martina Franca, non sembrano aver imboccato la strada giusta, neanche con l’arrivo di Di Costanzo, al posto di Bitetto in panchina. Esperto di promozioni, con il Somma Vesuviana in pochi anni dalla prima categoria conquista la D; alla guida del Venezia, salto in C1, nonostante il penultimo posto iniziale.

LUCI E OMBRE – Una delle chiavi per sbloccare la situazione di stallo su cui galleggia l’Ischia è rafforzare la difesa, la seconda peggiore del Girone C di Lega Pro con 32 gol subiti. Rispetto all’esordio, evidente la metamorfosi. Alla solidità originaria si è sostituita una strana inerzia. Si concedono più spazi. Ci si lascia sorprendere dalle giocate avversarie, testimonianza di quanto la retroguardia tremi di fronte a settori offensivi in forma e rapidi. Di contro, l’attacco sembra godere della prolificità dei suoi interpreti che fissano la quota di reti realizzate a 22. Assist e cinismo sottoporta sono le peculiarità degli isolani quando in fase di spinta intendono colpire lo sfidante, spesso in contropiede. Ripartenze favorite dalla compostezza e dalla fluidità del centrocampo. In avanti, Gomes è l’uomo in più. Col Prato è andato a segno appena una volta. Con l’Ischia, invece, ha già punto in due occasioni nel corso dello stesso match. Provvidenziali i suoi inserimenti. Bravo nell’uno contro uno. Dispone di una visione di gioco che gli permette di svariare su tutto il fronte, e di eludere pressing e interventi scomodi.

TATTICA – Di Costanzo porta con sé uno stravolgimento rilevante in quanto a modulo e arruolati. Il 4-4-2 prevede sovrapposizioni e scambi tattici sulle fasce. I terzini Bruno, ex Casertana, e Sirigu, classe ’94 in arrivo con furore dal Catanzaro, hanno il compito di innestare un saliscendi continuo, poi supportato dagli esterni di centrocampo, quali Florio e Armeno, quest’ultimo ormai veterano incallito della formazione isolana. Sulla linea mediana spazio anche a Spezzani, neoacquisto dal Verona, e Calamai, mediano, all’occorrenza trequartista, esperto di Lega Pro. Non è escluso l’impiego di Blasi, tra gli ultimi colpi di mercato. Può essere schierato come interno destro. Ma in caso di necessità non si risparmia neanche come regista, facendo leva su spirito combattivo e vocazione all’interdizione. Completano, invece, le retrovie i due centrali Filosa e Moracci, insigniti del compito di dare una mano a Iuliano tra i pali. Tandem d’attacco di tutto rispetto. Di Vicino è il nuovo innesto che, subito in gol, lascia l’Estonia ed è pronto a vestire la maglia della seconda punta al servizio dell’Ischia. Probabile il cambio di guardia con Kanoute. Forte dei quattro gol archiviati finora, è disposto a contribuire al raggiungimento della salvezza, rifiutando in extremis ulteriori offerte di trasferimento.

PROBABILE FORMAZIONE – Allenatore: Nello Di Costanzo

ISCHIA (4-4-2): Iuliano; Bruno, Moracci, Filosa, Sirigu; Florio, Spezzani, Calamai, Armeno; Gomes, Di Vicino (Kanoute).

(NDR CALAMAI E’ STATO CEDUTO AL LUMEZZANE,)

DA itasportpress.it

POTREBBE INTERESSARTI

CALCIO. IL REAL FORIO PRESENTA LO STAFF TECNICO: MICHELE CASTAGLIUOLO VICE DI GIUSEPPE “BILLONE” MONTI

Redazione-

CASAMICCIOLA. CASTAGNA: “I 4 TRADITORI, MI HANNO FERITO COME POLITICO E COME UOMO” (SERVIZIO TV)

Redazione-

CALCIO. REAL FORIO, PRESENTATO IL NUOVO ORGANIGRAMMA SOCIETARIO: LUIGI AMATO E’ IL NUOVO PRESIDENTE

Redazione-

ISCHIA CALCIO, AL LAVORO ANCHE IL DIRETTORE SPORTIVO MARIO LUBRANO

Redazione-

ISCHIA CALCIO.TAGLIALATELA:”IL PRESIDENTE SONO I TIFOSI, GRAZIE A LELLO CARLINO E EMANUELE D’ABUNDO” (VIDEO)

Redazione