Teleischia
Sport

Ischia calcio. Isi cerca un presidente, mancano i soldi della componente ischiatana

CARLINO “maione non si e’ dimesso”

tutto sull’isola viene travisato, mi dispiace perché io rispetterò sempre i miei impegni

Di Enrico Buono

Sul momento dell’Ischia dove le voci si rincorrono ma le verità sono difficili da conoscere, abbiamo ritenuto opportuno ascoltare il patron Lello Carlino, che, benché sia dimissionario, è la persona alla quale si può ricondurre tutto. E ci riferiamo alle vicende sia sportive che economico societarie. Come al solito il “più amato dai tifosi gialloblu’” non si nasconde dietro al dito ed affonda con forza i suoi colpi.

Presidente, dopo le sue ecco arrivare dimissioni anche da parte di Roberto Maione?

”No, non è affatto vero, non so chi l’abbia scritto. Ieri sera abbiamo avuto una riunione con Celentano e si è deciso di continuare sulla strada intrapresa. Celentano sarà l’unico referente dell’Ischia e il Presidente Onorario farà lui da padrone.

Ma sembra che c’è un documento scritto delle dimissioni di Maione?

“ Siamo stati insieme fino alle 8 di l’altro ieri sera, fino ad ieri sera non ci siamo sentiti, ma non penso che durante la notte sia potuto succedere qualcosa. Lui stava molto arrabbiato per una parola data per certe questioni economiche. Purtroppo sappiamo benissimo i problemi che ci sono ad Ischia; speriamo che Giosi Ferrandino riesca a risolverli a breve. Altrimenti, non solo Maione ma tutti noi dobbiamo capire, una volta e per tutte, ad Ischia cosa si vuole fare: se si vuole proseguire in questa avventura, se c’è interessa a fare calcio. Altrimenti ci dicano che non voglio o che non possono mantenere i loro impegni, e noi ci impegneremo a portare a termine da persone per bene il campionato e poi a giugno si vedrà.

Quindi il problema è con la componente isolana, che ha difficoltà a mantenere gli accordi; probabilmente questa crisi li sta veramente attanagliando.

”Io a luglio avevo avuto dei presagi e perciò avevo detto di fare un campionato con i giovani, proprio perché sapevo che ci potevano essere problemi da parte della componente ischitana, comunque resto fiducioso perché Giosi ha sempre mantenuto la parola. Anche l’anno scorso sono stati ritardati i pagamenti; forse quest’anno si è andato un po’ oltre, però ho assicurato io personalmente, con una telefonata ai giocatori, che gli impegni presi verranno mantenuti , perché sono convinto che alla fine la componente non verrà meno. Però, purtroppo sappiamo benissimo che in Lega, i ritardi di pagamenti vengono puniti con punti di penalizzazione. Riusciamo a reggere fino a dicembre, dopo di che, se vediamo che non riusciamo a ricavare più un soldo dalla componente ischitana, i problemi ci saranno.”

Forse vi siete sbilanciati un po’ troppo con una campagna acquisti particolarmente onerosa e con i giovani che non hanno trovato spazio, non permettendo quindi il recupero del contributo Lega.

Qualcosa per l’età media l’abbiamo persa, ma non è quello il dramma. Faremo noi dei sacrifici, anche per rimediare al malinteso con l’allenatore. Il vero problema sono proprio le sponsorizzazioni, perché sappiamo bene che la parte dei contributi provenienti dall’isola d’ Ischia è fatta di sponsor. Purtroppo, il territorio in questo periodo soffre e quindi, chi ha sponsorizzato l’Ischia l’anno scorso, quest’anno ha problemi a mantenere gli impegni.

Ha detto Iodice che ha difficoltà a stare a Ischia perché manca una sede d’appoggio, manca una sede sociale. La sede, per lui, è la sua macchina.

Iodice, ieri anche è stato qua, e abbiamo chiarito. La sua era una provocazione verso la componente ischitana; purtroppo se non si riesce a trovare una sede, la colpa è di nessuno. Credo che le problematiche nel calcio le abbiano tutti; purtroppo io vedo che ad Ischia viene sempre tutto amplificato. Nonostante le vittorie, nonostante la squadra si comporti bene, nonostante con tutte le difficoltà siamo ancora qui a giocarci il campionato, c’è sempre qualcuno a fare polemiche.

Sei stato criticato perché ora comunichi tramite la stampa, tramite il giornale, tramite il sito dell’Ischia calcio. La squadra ti vorrebbe nello spogliatoio.

Mi fa piacere che mi hai fatto questa, perché io insieme all’addetto stampa Corcione, visto che sono spesso fuori dall’Italia, credevo che era un veicolo moderno per comunicare con i tifosi. Mi sembrava carino tirare su un sito, dare spiegazioni solo per far capire all’interna della società che cosa succedeva ogni giorno. Le voci erano tante e la verità la so solo io, e potevo rispondere. Però, da domani,ho detto a Corcione di togliere anche la rubrica, perchè purtroppo, ad Ischia, tutto quello che si fa non viene capito. Addirittura vengo accusato che volevo fare un franchaising di Carpisa; siamo arrivati alla frutta. Non importa, io continuo ad essere tifoso dell’Ischia, a versare il mio contributo, ma purtroppo Ischia è così.

La squadra dice che ti vuole nello spogliatoio, vuole un confronto con te.

Le cose che prometto le mantengo sempre. Io ho detto che serviva un presidente ischitano e resto di questa idea. Anche la presidenza di Celentano è momentanea, perché anche lui non ha il tempo di stare tutti i giorni sull’isola e vicino all’Ischia calcio. Lo abbiamo capito tutti. Lo so che i tifosi vogliono un presidente presente, ed è stato anche questo uno dei motivi delle mie dimissioni. Molti dei i miei errori sono scaturiti dalla mia assenza sull’isola, riesco ad essere presente solo in brevi e sporadiche occasioni. Purtroppo noi sono tre mesi che cerchiamo un presidente ischitano e nessuno è interessato a prendere l’Ischia. La cosa drammatica è che l’Ischia sta per andare in serie C1 e non c’è nessun pronto a questo ruolo. Eppure non deve neppure mettere mano alla tasca, non chiediamo soldi, deve assolvere solo al ruolo di presidente. Cerchiamo una persona onorabile, che onori e porti avanti i nostro buon nome, e non solo quello della componente ischitana. Finora il sindaco d’Ischia non lo ha trovato. Si era parlato di Pinto, e non si è più sentito. Io purtroppo che devo fare?

L’ultima battuta sui tifosi. Sono pochi però sono calorosi. Certamente ti aspettavi qualcosa di più.

No ,c’è crisi di sponsor, cosa vogliamo dai tifosi in più del biglietto? Purtroppo le problematiche ci sono, capisco benissimo. Dobbiamo stare con i piedi per terra e vincere questo campionato. In base a quello che sarà il budget e l’utenza dei tifosi, si vedrà cosa il territorio ci potrà dare. Ma bisogna essere chiari tutti, compreso il sindaco, su quello che si vorrà fare l’anno prossimo.

ENRICO:” Domenica ti vedremo al campo. Un tuo pronostico per la partita?

CARLINO:” 2 a 0 per noi”.

ALLENAMENTO DI OGGI.

Seduta senza problemi. La squadra si è allenata bene. Uniche assenze previste domenica quelle di Austoni squalificato e di Cunzi e Cascone infortunati

POTREBBE INTERESSARTI

ECCELLENZA. JELICANIN TORNA AL REAL FORIO

Redazione-

GUARDA SU FACEBOOK LA PARTITA DI ECCELLENZA NAPOLI UNITED – ISCHIA DOMANI ALLE ORE 14.30

Redazione-

CALCIO A 5 SERIE B. VIRTUS LIBERA CHE COLPO, DALLA SERIE A ARRIVA THOMAS EGEA

Redazione-

PROMOZIONE. GIGIO TRANI VIA DA BARANO, FIRMA CON LA NUOVA SONDRIO

Redazione-

ALLUVIONE DI CASAMICCIOLA, CALCIO A 5. DOMANI RACCOLTA FONDI NEL MATCH TRA VIRTUS LIBERA E JUNIOR DOMITIA

Redazione-