Politica

POLITICA A CASAMICCIOLA, SCENDE IN CAMPO L’ARCHITETTO LUIGI MENNELLA

Politica a casamicciola: l’architetto Luigi Mennella, ha annunciato la sua intenzione a candidarsi come Sindaco per le prossime elezioni amministrative; e domani terrà un incontro per la definizione del programma; l’incontro si svolgerà dalle ore 19.30

presso la sala da the del Bar Calise di Casamicciola.
Luigi Mennella ha rilasciato un’intervista nella quale spiega le ragioni della sua scelta e commenta un po’ la situazione del comune termale.

1) Cosa pensa di quello che è accaduto e sta accadendo a Casamicciola Terme?

Penso che la situazione politica ed economica casamicciolese abbia ormai raggiunto il livello più basso degli

ultimi cinquant’anni. Amministrare significa soprattutto interessarsi delle problematiche del proprio paese,

cercando di individuare le soluzioni più proficue per la collettività, creando gli interventi idonei per il

rilancio economico del paese. Ciò nel nostro Comune non avviene da circa sedici anni.

2) Architetto lei è stato il primo sindaco della seconda repubblica, colui che avrebbe dovuto

rappresentare la svolta e l’innovazione ed in un certo senso è riuscito a mostrare un volto diverso della

politica fatto anche di scelte drastiche, progetti arditi, prese di posizione…..

In realtà, come molti miei concittadini ricorderanno e come molti altri, invece, si sono ravveduti nel corso

degli anni, la finalità dell’Amministrazione da me guidata era quella di rilanciare il Comune di Casamicciola

Terme, attraverso numerosi progetti:

? riqualificazione delle principali Piazze del paese ed in particolar modo di Piazza Marina;

? acquisto della Casa Comunale, di cui il nostro Comune era, purtroppo, privo;

? rilancio del porto, anche con la realizzazione della variante di collegamento;

? risoluzione della problematica del Pio Monte della Misericordia.

In soli 4 anni di amministrazione riuscimmo a chiudere il dissesto, riportando la gestione alla normalità

e lasciando un avanzo di cassa, nell’anno 1997, di circa € 1.000.000,00 di cui € 600.000,00 circa destinati

alla risoluzione della problematica del Pio Monte della Misericordia.

Ottenemmo l’approvazione di tutti i progetti presentati e dei relativi finanziamenti da parte della

Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Con i nostri progetti furono, negli anni successivi, riqualificate Piazza Marina, Piazza delle Scuole e

Piazza Municipio, Corso Luigi Manzi, con la realizzazione della variante di accesso al Porto, Via Cumana a

Perrone, Via D’Aloisio nella zona La Rita – Maio, ecc..

Provvedemmo all’acquista della Casa comunale e gli edifici scolastici di proprietà del Comune, dopo

anni di completo abbandono, furono tutti adeguati alle nuove norme di sicurezza.

Riuscimmo a concludere un accordo con il Pio Monte della Misericordia, firmando il famoso Atto

Transattivo a contenuto plurimo del 08/05/1997, tutt’ora vigente, con il quale l’intero compendio del Pio

Monte veniva trasferito al Comune di Casamicciola per un periodo di circa un secolo dal 1997 al 2097,

cancellando tutti i procedimenti giudiziari pendenti.

3) Infine l’immancabile sfiducia casamicciolese….. Dopo la sua sindacatura ha avuto ufficialmente

una lunga e volontaria pausa dalla ribalta politica, come mai?

Ad essere sincero decisi di non ricandidarmi dopo la strana sconfitta elettorale del novembre del

1997, dovuta esclusivamente alla presenza di una terza lista di disturbo di pseudo-sinistrorsi legata e voluta

dalla “manina” occulta (la quale nell’ultimo periodo ha anche svelato la propria vera natura), “manina” che

si celava dietro la compagine di Arnaldo Ferrandino. Dopo anni, quando oramai il reato era prescritto, ho

saputo chi avesse fornito, ai pseudo-sinistrorsi, anche le firme necessarie alla relativa presentazione (vox

populi vox dei).

I miei concittadini non erano riusciti a capire quanto fosse stato fatto dalla mia amministrazione per

il paese. Infatti tengo a precisare, come già anticipato, che tutti i maggiori investimenti susseguitisi nel

nostro Comune, dal 1997 fino ad oggi, sono da ricondurre esclusivamente ai finanziamenti ricevuti dalla

amministrazione da me guidata (vedi acquisto e ristrutturazione dell’ex Hotel Napoleon, oggi casa

2

comunale, la sistemazione di Piazza Marina, la sistemazione delle altre Piazze e strade del paese, la nuova

strada di collegamento sul porto, la sistemazione del porto turistico, ecc.).

Purtroppo, poi, come spesso accade, i progetti effettivamente realizzati dalle successive

amministrazioni comunali, ma la cui approvazione ed i finanziamenti furono conseguite

dall’amministrazione da me guidata, nel corso di realizzazione delle opere, sono stati completamente

stravolti e molti di essi non eseguiti a regola d’arte, anche su indicazione di qualche “tecnicoamministratore

da strapazzo ed incompetente”.

4) E’ giunto il momento di rientrare, oltre ogni indiscrezione pensa di candidarsi alle prossime

elezioni del 25 maggio 2014 a Casamicciola Terme?

Nel 2012, nel concludere l’intervista che rilasciai prima delle ultime elezioni amministrative alle

quali non partecipai, affermai : “ …. Un giorno, non troppo lontano, ritornerò!”.

Ad essere sincero, infatti, ho ricevuto, in questi anni, ed in particolar modo negli ultimi mesi, dopo

l’ennesimo insediamento del Commissario Prefettizio presso il Comune di Casamicciola Terme, tanti

attestati di stima di cittadini ormai stanchi dell’andazzo politico – amministrativo del Comune, che mi

hanno invitato più volte a ritornare sulla scena politica, come candidato Sindaco.

Ho riflettuto con attenzione ed ho ritenuto opportuno, questa volta, di ritornare, sicuro che, a

distanza di circa sedici anni, i miei concittadini si siano resi conto dell’errore commesso nel 1997, quando

fecero vincere “il ragazzo dalla faccia per bene” che tanti danni aveva ed ha arrecato al Comune di

Casamicciola Terme.

5) Qualche suo detrattore ritiene che non può permetterselo perché frenato dal caso Pio Monte

della Misericordia, cosa risponde in merito?

Molti miei avversari politici, i quali, forse, temono una mia candidatura, hanno, da un po’ di tempo,

diffuso distorte notizie sul Pio Monte della Misericordia.

Il Comune di Casamicciola Terme è stato condannato dalla Corte di Appello di Napoli con la

sentenza n° 3211/2004 al pagamento della complessiva somma di € 1.677.000,00, oltre interessi, a favore

del Pio Monte della Misericordia, per l’abusiva occupazione degli spazi eseguita con decreto di occupazione

del 1985 n° 1744.

L’amministrazione da me guidata fu l’unica che cercò di sviscerare e risolvere il problema del Pio

Monte. Infatti con atto transattivo a contenuto plurimo del 08/05/1997, a firma del sottoscritto, nella sua

qualità di Sindaco pro – tempore del Comune e del Sovraintendente del Pio Monte, fu concordata

l’eliminazione di tutti i procedimenti civili ed amministrativi pendenti, e, nello stesso tempo, il Comune

ottenne la disponibilità degli immobili del Pio Monte presenti sul territorio del Comune per un periodo

complessivo di circa 100 anni, e, quindi, dal 1997 al 2097.

Con la firma di tale atto l’intera problematica era stata completamente risolta, il Comune aveva

ottenuto la disponibilità di tutti gli spazi del Pio Monte ed erano stati cancellati, in via definitiva, tutti i

procedimenti giudiziari in corso.

Purtroppo le due amministrazioni successive, entrambe guidate dal Dott. Arnaldo Ferrandino, ed

alle quali partecipavano, tra l’altro, anche il Dott. Vincenzo D’Ambrosio, Alfredo Balestrieri, Nicola Trani, il

geom. Franco Arcamone, Franco Barbieri, l’arch. Maurizio Pirulli, il Dott. Abramo De Siano (vice – sindaco),

l’ing. Giuseppe Ferrandino (detto Giosi), l’ing. Giovanbattista Castagna e Giuseppe Silvitelli, ritennero

opportuno, forse per cancellare quanto compiuto dall’amministrazione da me guidata, riporre l’atto

transattivo in un cassetto.

3

Ancor più inquietante è stata, a parere del sottoscritto, in seguito alla sentenza della Corte di

Appello di Napoli n° 3211/2004, la mancata proposizione del ricorso per Cassazione avverso la stessa che è,

quindi, divenuta definitiva. In tale periodo l’amministrazione di Casamicciola Terme era guidata dall’ing.

Giuseppe Ferrandino, detto Giosi, alla quale partecipavano, tra l’altro, l’avv. Francesco Capezza, l’ing.

Giovanbattista Castagna, il Dott. Vincenzo D’Ambrosio, l’arch. Maurizio Pirulli e Giuseppe Silvitelli.

Pertanto il Comune è stato condannato al pagamento in favore del Pio Monte della Misericordia

della complessiva somma di € 1.677.000,00 oltre interessi e spese legali, oltre la restituzione delle pinete.

Tengo a precisare che in merito a tali problematiche del Pio Monte della Misericordia le quali, quindi, non

costituiscono, per il sottoscritto, alcun elemento ostativo sia dal punto di vista della candidabilità che

dell’eleggibilità, ho provveduto, nel solo interesse della cittadinanza del Comune di Casamicciola Terme, di

cui anch’io faccio parte, a depositare, presso il Comune di Casamicciola Terme, note di contestazione,

diffida e messa in mora, acquisite al protocollo al n° 13553 del 31/12/2012, al n° 8660 del 10/09/2013 ed al

n° 3403 del 31/03/2014, le quali sono state inviate, per gli opportuni controlli, anche agli organi di vigilanza

preposti nel nostro ordinamento.

6) Di che cosa crede abbia bisogno ora il paese?

Penso che il paese abbia bisogno di nuovi impulsi che spazzino via il vecchio andazzo

amministrativo sul quale si è ormai appiattito. Bisogna verificare la possibilità di ottenere nuovi

finanziamenti per ristrutturare gli immobili del Comune ed è necessario riorganizzare i servizi amministrativi

in modo da evitare che le esigenze di un cittadino si trasformino in un piacere ottenuto dal politico di turno,

ponendo fine alla politica clientelare, di raccomandazioni e di nepotismo alla quale i cittadini si sono ormai

assuefatti.

7) Quale è l’identikit della persona idonea ad accompagnarla, come candidato, in questa Sua

battaglia politica?

Il candidato ideale ad accompagnarmi in questa battaglia politica è un/una casamicciolese doc,

come me, lontano dalla vecchia politica che ci affligge ormai da troppi anni, e che creda nell’idea di poter

migliorare il nostro comune, e che combatta non per ottenere vantaggi personali, bensì per costruire

insieme una Nuova Casamicciola, con la volontà di curare gli interessi dei cittadini, con l’entusiasmo di

poter amministrare per risolvere i problemi del nostro Comune.

8) Ci darebbe cinque dei suoi punti essenziali della ricetta che ha in mente per Casamicciola?

Non so se cinque punti possano essere sufficienti a riassumere ciò che io ed i miei amici e compagni di

viaggio abbiamo in mente per Casamicciola, e devo dirLe che il programma sta prendendo forma giorno

dopo giorno in seguito agli apporti dei singoli concittadini che mi stanno dimostrando il loro supporto, ma

proverò ad indicarLe i principali:

? PROVVEDEREMO AL RISANAMENTO DELLE FINANZE DEL COMUNE ORMAI DISSESTATE, anche se,

da quanto appreso presso l’Ente, non è chiaro quali siano le cifre esatte.

? SCUOLA

o cercheremo di ottenere immediatamente finanziamenti per la ristrutturazione degli edifici

scolastici, ormai fatiscenti, utilizzando le somme che riusciremo ad ottenere soltanto per

migliorare l’ambiente scolastico dei nostri figli, e cercando di superare l’enorme

4

ostruzionismo della dirigenza scolastica che, da oltre quindici anni, imperversa sulle scelte

amministrative;

o trasferiremo la scuola elementare di Perrone presso l’edificio del Convento dei Padri

Passionisti sul lungomare di Casamicciola, trasformando i terreni adiacenti in parcheggi per

il centro abitato di Perrone;

o in questo modo potremo utilizzare la struttura scolastica De Gasperi, trasformandola in un

centro sportivo – ricreativo all’avanguardia;

o istituiremo un idoneo servizio mensa e scuola-bus per i nostri ragazzi in modo da

ottimizzare anche la viabilità, evitando che centinaia di auto ingolfino le zone adiacenti i

centri scolastici.

? PORTO

o predisporremo tutti gli atti necessari per riportare la concessione dell’intero Porto al

Comune, anche presso e/o contro la Regione Campania, tenendo conto che i cittadini

hanno speso per la realizzazione del porto medesimo circa 50 milioni di euro e non è

possibile, quindi, che gli ingenti introiti della gestione siano incamerati da una società

privata, non partecipata dall’Ente, (la quale, come si evince anche da sentenze passate in

giudicato, “comprò” con tangenti il porto stesso) senza che vi sia alcun ritorno per il

Comune, nemmeno in termini di valorizzazione della zona portuale stessa;

o predisporremo e presenteremo il progetto per la realizzazione dell’approdo delle grandi

navi di crociera utilizzando finanziamenti presso la Comunità Europea;

o provvederemo alla sistemazione dei litorali con passeggiate e tavolati.

? TRASPORTI

o richiederemo nuove linee di collegamento marittimo sia tradizionali (traghetti), sia veloci

(aliscafi);

o riorganizzeremo i trasporti pubblici sia eseguiti con autobus che con taxi e microtaxi.

? TERME

o acquisiremo al patrimonio comunale le sorgenti termali ormai inutilizzate ed in disuso

anche al fine di poterle utilizzare per eseguire degli studi sulle proprietà terapeutiche delle

acque termali e per utilizzi delle stesse per il riscaldamento con energia geotermica per

l’intero territorio del Comune.

? SERVIZI SOCIO – ASSISTENZIALI

o ottimizzeremo i lacunosi servizi socio – assistenziali forniti dal Comune, anche con la

predisposizione di una sede distaccata, presso il Palazzo comunale, dell’Ufficio di Piano,

centralizzato presso il Comune di Ischia.

? VIABILITA’

o provvederemo a realizzazione di scale mobili per il collegamento della parte bassa del

Comune a quella alta, passando per la casa Comunale;

o provvederemo alla sistemazione delle strade, sostituendo, in alcune zone, le

pericolosissime pavimentazioni realizzate dalle amministrazioni precedenti;

o provvederemo ad individuare zone per la realizzazione di parcheggi in quanto la maggior

parte delle nostre strade sono divenute, forzosamente, dei sensi unici alternati;

o provvederemo alla sistemazione di Piazza Bagni, la quale, vista la presenza delle migliori

fonti termali della nostra isola, rappresenta uno dei principali punti di forza del nostro

Comune, anche con la realizzazione di un parcheggio interrato e di un anfiteatro all’aperto.

? RACCOLTA RIFIUTI SOLIDI URBANI

o provvederemo ad ottimizzare gli elefantiaci costi della società A.M.C.A., verificando anche

5

quelli dell’ancora esistente A.S.S.E. cercando di ridurre fino al 50% i relativi costi per i

cittadini.

? I.M.U.

o provvederemo, in seguito al risanamento dei conti dell’Ente, alla riduzione delle aliquote ai

livelli minimi previsti dalla normativa.

? PIO MONTE DELLA MISERICORDIA

o predisporremo tutti gli adempimenti necessari per dare attuazione all’Atto transattivo a

contenuto plurimo sottoscritto in data 08/05/1997 che permette al Comune di avere la

disponibilità di tutti gli immobili del Pio Monte della Misericordia siti sul territorio del

Comune fino all’anno 2097.

? CAPRICHO DE CALISE

o provvederemo a ristrutturare il complesso immobiliare, per la realizzazione di un centro

congressuale con annessa zona commerciale ed uffici turistici.

? DIRITTI DEI CITTADINI

o provvederemo ad una immediata riorganizzazione di tutti gli uffici comunali al fine di

ottimizzarne le competenze e di rendere i dipendenti più disponibili e risolutivi nei

confronti delle esigenze dei cittadini nel rispetto della garanzia della certezza del diritto,

senza che sia necessario essere succubi del politico di turno per poter ottenere, camuffato

da cortesia personale, ciò che, invece, è un diritto del cittadino.

? TRASFORMAZIONE TELEMATICA DEL TERRITORIO

o provvederemo ad eseguire cablaggio dell’intero territorio comunale con rete in fibra ottica,

utilizzando gli scavi previsti per la metanizzazione;

o provvederemo alla realizzazione di una “biblioteca digitale”.

9) Ha un’ultima frase per i suoi concittadini?

La ringrazio per quest’ultima domanda…. Vede il contesto locale, nazionale ed internazionale si trova in una

situazione molto difficile, e sta subendo delle profonde trasformazioni. Non possiamo più permetterci di

lasciare che il nostro Comune venga amministrato da personaggi appartenenti alla vecchia politica, anche

se presentati sotto mentite spoglie. E’ giunta l’ora di rimboccarci le maniche e lavorare di nuovo per il

nostro Comune e per il futuro nostro e dei nostri figli per poter per creare una “NUOVA CASAMICCIOLA”.

Vi prego di seguirmi sul blog del nostro movimento blog.nuovacasamicciola.it e di non esitare a contattarmi

per espormi le vostre idee e le vostre proposte all’indirizzo e-mail mennella@nuovacasamicciola.it al fine di

poter integrare e/o modificare il programma di governo.

 

Have your say