Politica

TASSA RIFIUTI A CASAMICCIOLA, IL PD CHIEDE LA REVOCA DELLA DELIBERA DEL COMMISSARIO

Il gruppo del partito democratico di Casamicciola Terme, reitera la richiesta già effettuata per le vie brevi, al Commissario straordinario affinché provveda con estrema urgenza ad adottare la revoca in autotutela della Delibera Commissariale che ha reintrodotto la tariffa per l’igiene ambientale TIA1 a copertura dei costi del servizio gestione rifiuti per l’anno 2013.

Il Pd di casamicciola giudica gravosa una simile imposta vista la situazione socio-economica del paese.
In considerazione delle legittime proteste della cittadinanza e dei ricorsi preannunciati dagli organi di stampa come già predisposti da alcuni gruppi di cittadini che potrebbero arrecare gravi danni erariali al comune di Casamicciola terme, il PD ritiene che su questa delicata materia vada fatta assolutamente chiarezza in ordine alle effettive responsabilità degli evidenti errori procedimentali che certamente sono da addebitare esclusivamente ai responsabili del procedimento amministrativo che, incuranti dei negativi riflessi sulla popolazione, hanno emanato un provvedimento che ha penalizzato soprattutto le fasce deboli del territorio e la stragrande maggioranza delle attività produttive.
Il tutto senza tenere in alcun conto che nell’ultimo anno il costo della gestione del servizio rsu si è ridotto di circa 400.000 euro, grazie ad una nuova e più efficiente organizzazione del servizio di raccolta e smaltimento con una percentuale di raccolta differenziata tra le più alte dell’isola.
Qualora il Commissario non dovesse accogliere la presente istanza protocollata presso gli uffici municipali, il PD non esiterà ad affiancare nella protesta i cittadini in tutte le sedi opportune.

 

Have your say