Attualità

1 comment

  1. Buongiorno, vorrei fare un piccolo appunto a quanto detto dall’assessore Lubrano in merito alla poseidonia. Caro assessore, la poseidonia che si spiaggia purtroppo non è un segno di benessere del mare,m piuttosto è una grande sofferenza dello stesso. Una volta, anni 50-60, lo spiaggiamento di enormi quantità di poseidonia avveniva soltanto in occasione di forti mareggiate e, quello si, era il segno della presenza di grandi praterie di poseidonia, all’interno delle quali vivevano in affollamento i ricci di mare. Oggi lo spiaggiamento si verifica soprattutto nei primi giorni della settimana dopo che, nel WE, i fondali sono stati arati dalle ancore dell’enorme numero di barche che arrivano di fronte a tutte le spiagge procidane. Questo non è turismo amblentalmente sostenibile e si dovrebbe provvedere ad evitare questo scempio che sta distruggento quella poca poseidonia rimasta. Non si dovevano realizzare punti di ormeggio obbligatori e a pagamento? Che fine ha fatto questa iniziativa? L’afflusso incontrollato di irrispettosi diportisti della domenica, non porta denaro all’isola ma solo una drammatica distruzione dell’abitat marino. Bisognerebbe avere un pò più di coraggio per salvaguardare quel poco che è rimasto di naturale.

    Rispondi

Have your say