Attualità

TERREMOTO DEL 21 AGOSTO 2017: IL MESSAGGIO DEL VESCOVO A DUE ANNI DAL TRAGICO EVENTO

“Nel giorno in cui la nostra Isola fa memoria del sisma che due anni fa interessò in modo
particolare le comunità di Casamicciola Terme, Lacco Ameno e Forio, causando la morte di Lina
Balestrieri e Marilena Romanini, diversi feriti e numerosi danni ad abitazioni, attività commerciali,
luoghi pubblici e chiese, desidero esprimere nuovamente la mia vicinanza a tutti i terremotati e
assicurare loro la mia preghiera”, così  si apre il messaggio del Vescovo Lagnese.

“A due anni di distanza dal sisma del 21 agosto- continua sua Eccellenza- sono tante ancora le famiglie prive di
un’abitazione e prive di garanzie concrete in merito al loro futuro.
Mi appello a tutte le Istituzioni a cui è affidato il post sisma perché mettano mano
repentinamente all’opera di riedificazione dando la priorità a chi vive in situazioni di disagio. Una
ricostruzione realizzata in tempi lunghi è sempre una cattiva ricostruzione.
Auspico che anche gli edifici di pubblica utilità e i luoghi di culto possano ritornare ad essere
abitati dalle comunità interessate dal sisma.
Mi unisco a tutti coloro che sono riuniti in preghiera in questo giorno, e in modo speciale offro
la Divina Eucarestia per quanti hanno perso la vita la sera di quel tragico evento e per tutti coloro
che sono stati coinvolti nell’evento sismico.
Prego altresì per quanti si sono adoperati e per tutti coloro che ancora operano per la sicurezza
dei cittadini al fine di offrire loro il necessario aiuto, e chiedo al Signore che le Istituzioni preposte
al post sisma possano adoperarsi con sapienza e zelo a sostegno della popolazione ischitana mentre
assicuro tutta la disponibilità della Chiesa di Ischia a compiere quanto è nelle sue possibilità per
continuare a sostenere coloro che vivono tuttora in situazioni di disagio a causa del terremoto.
Invoco su tutti la protezione di Maria SS. Regina dell’Isola d’Ischia e l’intercessione del Parroco
santo, il Venerabile don Giuseppe Morgera”.

Ischia, 21 agosto 2019

+ Pietro Lagnese
Vescovo di Ischia

Have your say