Attualità

“GIORNATA DEL MARE E DELLA CULTURA MARINA”, MELONI: “UN’OCCASIONE IMPORTANTE PER APPROFONDIRE IL VALORE DI UN BENE IMPRESCINDIBILE”

c.s. Per la sua speciale collocazione al centro del Mediterraneo, l’Italia da sempre beneficia di una risorsa di inestimabile valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico: il mare, un privilegio da difendere, da valorizzare e da trasmettere alle nuove generazioni.

Per questo motivo, la Repubblica italiana riconosce l’11 aprile di ogni anno la Giornata del mare e della cultura marinara, allo scopo di promuovere e sviluppare presso gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, la cultura del mare.

La Giornata è stata istituita lo scorso anno con le recenti modifiche al Codice della Nautica da diporto, al fine di sviluppare tra gli studenti la consapevolezza del mare come risorsa di grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico.

Su iniziativa del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, l’11 aprile si sono svolte manifestazioni in tutta Italia, in collaborazione con la Guardia Costiera, per valorizzare le tradizioni marinaresche del nostro Paese, il patrimonio storico e culturale legato al mare, nella consapevolezza che la scuola rappresenti il miglior veicolo per educare i giovani anche in tale ambito.

L’attività, rivolta in particolare agli studenti, si ricongiunge agli obiettivi e ai compiti della Guardia Costiera, impegnata quotidianamente nella ricerca e soccorso, nella tutela della sicurezza della navigazione, nella difesa dell’ambiente, nella tutela del patrimonio ittico e dell’habitat marino e costiero, nonché in tutto ciò che riguarda gli usi civili e produttivi del mare. Gli uomini, le donne, i mezzi aerei e navali del Corpo hanno partecipato con dimostrazioni pratiche delle principali attività operative della Guardia Costiera e offrendo la propria esperienza all’interno di conferenze e incontri rivolti a cittadini e studenti.

Nel porto di Civitavecchia, la giornata ha visto la presenza della dott.ssa Boda, direttore generale del Ministro dell’Istruzione e del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino.

È la prima volta che le due Amministrazioni celebrano insieme l’evento.

L’11 aprile – che ha coinvolto anche il cluster marittimo, le associazioni e le organizzazioni impegnate a vario titolo per sostenere la cultura e la tutela dell’ambiente marino – rappresenta un’occasione importante per approfondire il valore di un bene imprescindibile come il mare, per riflettere insieme sugli aspetti e le tematiche legate alla sua conservazione, al suo futuro.

In particolare, ad Ischia la giornata ha visto la partecipazione attiva di tantissimi studenti, docenti, associazioni legate al mare, istituzioni. Un coinvolgimento ampio e appassionato da parte di tutti attraverso un programma che è iniziato alle 8.30 con l’installazione del manufatto denuncia sullo stato di inquinamento dei nostri mari denominato “La Balena che chiede aiuto”, realizzato dagli studenti del IC Mennella di Lacco Ameno. La “Balena” è diventata subito il simbolo della giornata manifestando un messaggio di impegno contro l’inquinamento da plastiche.

Momento istituzionale di apertura della giornata tra passato, presente e futuro, la cerimonia di Alzabandiera presso la sede dell’Associazione Marinai d’Italia alla presenza degli studenti e dei rappresentanti della Amministrazioni Comunali dell’isola e dei vertici locali delle forze armate e di polizia.

Numerose le attività nelle scuole: visite guidate al Museo del Mare e alla città sommersa di Aenaria a Cartaromana anche con il supporto di Marevivo, laboratori di arte marinaresca e primo soccorso all’ISS Mennella in favore degli studenti di alcuni istituti di scuola primaria, incontri al ITS Mattei e al ISS Mennella con gli esperti della Stazione Zoologica Anton Dohrn, Oceanomare Delphis, Ardea, Marevivo e con la Guardia Costiera, visite alla Biblioteca Antoniana dove è stata allestita la mostra sulla letteratura del mare.

La giornata inoltre ha visto momenti rivolti alla letteratura, alla poesia e alla musica presso Scuola Primaria Marconi e la Scuola Media Scotti di Ischia, dove è stato anche presentato il libro “Amare” di Sanny Maida.

Ci sono stati poi dei momenti di incontro con i pescatori dell’isola, intervistati dagli studenti dell’IC Mennella di Lacco Ameno che hanno anche avuto l’opportunità di salire a bordo della Motovedetta di soccorso della Guardia Costiera di Ischia.

La giornata è proseguita nel pomeriggio con la pulizia del litorale di Casamicciola a cura dei ragazzi di Plasticless e della Borsa Verde di Ischia, per poi passare alla premiazione del Capitano Riccio e del Direttore Monti con il riconoscimento “Una vita dedicata al mare” presso il Museo del Mare, a cui è stata anche donata la “Scatola del Mare” realizzata dagli studenti nell’ambito di un progetto promosso da Legambiente e Area Marina Protetta Regno di Nettuno.

L’evento infine si è concluso ufficialmente con l’incontro musicale presso la sede di Ischia dell’ISS Mennella a cura dei docenti e degli studenti dell’ISS Mennella, dell’IC di Forio 2 e dell’IC Mennella di Lacco Ameno.

Le celebrazioni per la giornata proseguiranno il giorno lunedì 15 aprile con il programma di Sant’Angelo, rimodulato per le previsioni meteo non favorevoli, e con un appuntamento nel porto di Forio la cui data verrà resa nota appena disponibile.

Have your say