Video

CALCIO A 5, CSI, L’ASD EPOMEO PRONTA A RINUNCIARE AL CAMPIONATO

Agitazioni nel movimento isolani di calcio a 5 legato al campionato del CSI. Diverse società, infatti, pare non abbiano gradito quello che sembra essere un vero e proprio cambiamento in corso d’opera delle modalità di svolgimento della fase finale del torneo. Questo il comunicato dell’ASD Epomeo, a firma del presidente Raimondo Di Iorio, che ha provato a ricostruire la vicenda secondo il suo punto di vista.

C.S. In merito alla riunione tenutasi presso il Comune di Ischia il 20 marzo 2019, organizzata dal comitato isolano CSI, dove i nostri rappresentanti sono venuti a conoscenza, dello stravolgimento, in corso d’opera, del regolamento del campionato isolano CSI categoria open di calcio a 5, la nostra associazione con la presente intende commentare lo spiacevole accaduto ed enunciare una serie di conseguenze che seguiranno il provvedimento attuato dal Comitato CSI Isola d’Ischia. L’Asd Epomeo c5, per chi non lo sapesse, è un’associazione formata da ragazzi che amano lo sport, un gruppo di amici che attraverso il calcio a 5, aggrega, si diverte e partecipa da anni ormai a vari tornei isolani, sia amatoriali che affiliati CSI.

Passiamo ora ai fatti:

Prima dell’inizio del torneo in corso CSI di calcio a 5, categoria open, che si disputa presso il palazzetto Taglialatela di Ischia, veniva comunicato dagli organizzatori che il torneo isolano prevedeva due fasi, la prima con girone all’italiana andata e ritorno e la seconda fase, ad eliminazione diretta, dove venivano sanciti i vincitori del torneo e di conseguenza le squadre che accedevano alle fasi provinciali. Tenendo conto di quanto appreso dagli organizzatori la nostra squadra ha cominciato il torneo, ben consapevole che, la prima fase sarebbe stata un rodaggio per quella che di fatto era la fase decisiva del torneo, ovvero la fase ad eliminazione diretta.

Il colpo di scena però era dietro l’angolo, e infatti ieri, 20 marzo 2019, durante la riunione tenutasi ad Ischia ed organizzata dal Comitato isolano CSI, noi dell’Epomeo c5, siamo venuti a conoscenza del fatto che le regole erano in parte cambiate, ovvero che vi erano sempre due fasi, ma per il passaggio alle fasi provinciali non faceva più fede, come detto in precedenza, la fase ad eliminazione diretta, ma bensì la classifica finale della prima fase. Detto questo comunichiamo che la nostra società, preso atto di questo ingiustificato, scellerato e immotivato cambio di regolamento, tiene a precisare che non porterà a termine il campionato, poiché sono venuti meno i principi di lealtà, rispetto ed educazione.

E’ intollerabile che avvengano accadimenti del genere, in barba a chi, con sacrificio si dedica allo sport e ne adotta i suoi principi. L’Epomeo c5, ha sempre onorato i tornei disputati, rispettando il verdetto del campo in ogni circostanza. L’amore per lo sport è più grande persino delle ingiustizie e dei cambi di regolamenti improvvisi e in corso di svolgimento delle stesse manifestazioni sportive. Auguriamo alle società che continueranno il torneo di divertirsi e di portare in alto il nome di Ischia, cosa che purtroppo non possiamo dire del Comitato isolano CSI, che si è reso protagonista dell’ennesimo scivolone.

Questo non è sport, questo non può essere CSI.

Serrara Fontana, 21/03/2019

Il presidente

Raimondo Di Iorio

Have your say