Cronaca

SANITA’ CAMPANA. SPESE ANOMALE IN ASL ED OSPEDALI, DIRETTORI SOTTO ACCUSA

la procura regionale campana della Corte dei Conti ha emesso delle citazioni nei confronti dei dirigenti di aziende sanitarie, ospedaliere e universitarie campane, accusati di un danno erariale complessivo di 4,8 milioni di euro a seguito della mancata riduzione della spesa del 5 per cento introdotta dalla norma sulla ‘spending review’. Tra le aziende sotto accusa anche l’Asl Napoli 2 Nord.

Le indagini sono state condotte dal vice procuratore generale Francesco Vitiello avviate a seguito della rilevazione di alcune spese anomale presenti nei bilanci della Regione campania.

Nel corso degli accertamenti è stata ricostruita l’intera procedura amministrativo-contabile adottata dalla Regione Campania e dalle singole direzioni sanitarie e ospedaliere per giungere alla riduzione delle spese di competenza. Le citazioni coinvolgono i singoli direttori generali, direttori sanitari, direttori amministrativi e i referenti responsabili dell’attuazione del decreto legge 95/12.

Have your say