Attualità

CAPRI. NICK NOLTE SULL’ISOLA AZZURRA PER RITIRARE IL “LEGEND AWARD”

Nick Nolte, il grande ribelle del cinema americano, oggi è un santone gentile che ama l’Italia (“qui c’è ancora spazio per l’umanità e le sue storie, e per l’umorismo”) ma anche un ambientalista convinto che non fa sconti a Trump. “E’ un presidente che non crede a nulla, solo a se stesso”, dice con l’inconfondibile voce roca.

Nolte affida ai suoi ultimi film messaggi forti: contro il cambiamento climatico (‘The last word’, sul set) e al fianco delle famiglie con malati di Alzheimer (‘A Head full of honey’ di Til Schweiger) e ne parla con convinzione.
Il 77enne attore è a Capri per ritirare il ‘Legend award’ che gli ha assegnato il festival prodotto da Pascal Vicedomini dove ha presentato il remake di un film tedesco. Il suo ruolo è quello di un anziano malato ed è diretto dallo stesso Schweiger che nel 2014 firmò il primo film, grandissimo successo in Germania. “E’ un film che parla di come possiamo rapportarci noi sani con le persone malate, senza pesantezze, con ironia, racconta Nolte.

Have your say