Attualità

ITALIA-CINA, A ISCHIA IL TERMALISMO INCONTRA LA MEDICINA TRADIZIONALE CINESE

Giovedì 6 dicembre convegno al Polifunzionale per celebrare l’incontro tra due mondi della medicina naturale

La natura che diventa terapeutica, il benessere e il termalismo, la cura del corpo e della mente. Due mondi delle medicina naturale si incontrano a Ischia: in occasione della Settimana Italia-Cina della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione, in programma dal 4 al 6 dicembre a Milano, Roma, Cagliari e Napoli, anche l’isola verde ospita un evento di spessore, celebrando l’ideale asse tra Ischia e l’estremo oriente.
Così Ischia, il centro termale italiano maggiormente rappresentativo per varietà di acque termali presenti, funzionalità e impieghi con 30 bacini diversi ed oltre 100 emergenze, diventa punto d’incontro di due straordinarie culture, il termalismo e la medicina tradizionale cinese, per un convegno in programma al Polifunzionale di via delle Ginestre giovedì 6 dicembre a partire dalle 10.30 e impreziosito dalla presenza di Li Tiehong del Beijing Sunshine Institute of Traditional Chinese Medicine, che offrirà una panoramica sulla medicina tradizionale cinese, e da un folto gruppo di imprenditori cinesi in rappresentanza di aziende e fondi di investimento interessati ad intraprendere rapporti commerciali con aziende locali, ischitane e campane.
In linea con l’obiettivo fondamentale della Settimana, l’incontro mira infatti a favorire l’avviamento di progetti di collaborazione scientifica. Moderato da Amato de Paulis, ordinario di Medicina Interna alla Federico II, e dal giornalista Pasquale Raicaldo, il convegno vedrà i saluti istituzionali dei sindaci di Ischia, Barano d’Ischia e Forio e gli interventi del biologo naturalista Giuseppe Sollino (“Il Termalismo dell’Isola d’Ischia: una lunga tradizione di benessere”) e del responsabile dell’UOPC dell’Asl, Nello Carraturo (“Il Termalismo nel Sistema Sanitario Nazionale”).
Nel corso della giornata verranno soprattutto evidenziati i risultati scientifici preliminari sugli effetti antiossidanti e sulla riparazione tissutale dell’acqua della Fonte delle Ninfe Nitrodi, uno dei luoghi più straordinari dell’isola, a Barano d’Ischia, su cui saranno incentrate le relazioni di Paola Izzo e di Marina De Rosa, che insegnano biochimica al Dipartimento di Medicina Molecolare e Biotecnologie Mediche dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

1 comment

  1. Siamo pronti ad accogliere chi è più evoluto di noi? 🙄🤔😬

    Rispondi

Have your say