Attualità

FORIO. LAMONICA: “NO AI CAMION A PUNTA CARUSO”

Sulla riqualificazione di Punta Caruso e l’istituzione del Parco Zaro, al posto dell’area di sosta per i camion della NU, interviene Nicola Lamonica, coordinatore dei Vas Campania:

“In riferimento alla scelta del Sindaco Del Deo, con l’avallo dell’intero Consiglio comunale di Forio, di portare i camion dell’immondizia a Punta Caruso aggravando così il degrado già esistente nell’area ed a sostegno delle opposizioni già espresse dal mondo degli ambientalisti e dalla Fondazione Walton e la Mortella contro tale scellerata scelta, che ancora una volta si esprime in modo ingannevole con la famigerata formula della “ provvisorietà”, interviene Vito Iacono ( socialista e già Consigliere Comunale di Forio) con due significative proposte:

  1. «Per la gestione dei rifiuti bisogna passare da subito alla gestione unitaria sull’isola d’Ischia, nel rispetto della legge regionale, ottimizzando spazi, mezzi e dando il giusto valore alla raccolta differenziata. Forio con un bando serio per acquistare un’area idonea, può dare il suo contributo, oltre ogni logica affaristica e di interesse di parte per i rifiuti che sembra essere contagiosa per tutto il Consiglio Comunale»

  2. « si istituisca subito l’Ente Parco del Bosco di Zaro includendo La Mortella e La Colombaia con il coinvolgimento della Città Metropolitana proprietaria di gran parte del bosco».

Due proposte all’ordine del giorno del paese da tempo; due scelte di pregio – che vanno nella direzione giusta di riqualificazione del sito e di lungimiranza sociale per i risvolti al positivo che avrebbero sulla qualità della nostra isola e della sua economia – che non vengono mai prese in considerazione non per pigrizia ma solo per non rompere gli equilibri d’interesse elettoralistico che legano tra loro i consiglieri comunali ed il paese ed i Sindaci con le rispettive maggioranze.

Ambedue le proposte hanno un valore culturale di non poca valenza dal punto di vista ambientale; ma ad avviso di chi scrive anche dal punto di vista istituzionale per un’isola senza confini amministrativi e la proposta a) se non dovesse trovare il sostegno isolano dà pienamente ragione a chi sull’isola ( e tra essi chi scrive ) si batte per il Comune Unico.

Nei prossimi giorni, dopo aver raccolto i consensi necessari e fatta la scelta del luogo, i VAS che qui rappresento fisseranno un incontro pubblico per definire un progetto d’insieme che sia di opposizione ragionata alla proposta di Del Deo in uno al Consiglio Comunale e di costruzione di un fronte comune per dare vita ad un rinnovamento della politica foriana ed isolana che sia di qualità in ogni campo”.

Have your say