Politica

“Il Comune di Ischia si costituisca parte civile, altrimenti ricorrerò da cittadino ischitano!” Lo annuncia il consigliere dell’Udc, Carmine Bernardo, in una interrogazione al sindaco di Ischia

ISCHIA. In una interrogazione diretta al Sindaco di Ischia Giosi Ferrandino, il consigliere comunale dell’Udc Carmine Bernardo chiede se intende costituire il Comune di Ischia parte civile nel procedimento penale a carico dell’ex Presidente di Ischia Ambiente e di alcuni dipendenti indagati, per aver smaltito con costi a carico dell’ente, in uno ai rifiuti urbani, rifiuti speciali non pericolosi provenienti da ditte private. L’ udienza davanti al GUP del Tribunale di Napoli dott. Giordano è fissata per il 13 febbraio 2014.
“Il costo dello smaltimento dei rifiuti in discarica – commenta Bernardo – ha assunto con la amministrazione di Giosi Ferrandino un valore assurdo ed abnorme di oltre 2,1 milioni di euro che viene pagato dai cittadini con la Tares quest’anno e l’anno prossimo con la IUC.
Ho più volte denunciato fatti stranissimi quali: incarichi a ditte della terraferma senza gara per la intermediazione nel conferimento dei rifiuti, ingiustificata scelta dei siti di conferimento senza tenere in alcun conto dei costi connessi, mancato sistema di pesatura dei rifiuti in partenza dall’impianto dell’Arenella, percentuali di raccolta differenziata abnorme per quei rifiuti il cui costo è considerevole per lo smaltimento ( rifiuti organici) a fronte di percentuali di raccolta differenziata irrisorie per quei rifiuti per i quali sono previsti ristori per l’ente ( carta, cartone, plastica ect), smaltimento a carico del Comune di rifiuti provenienti da alcune ditte che hanno eseguito lavori pubblici ed oggi smaltimento in uno ai rifiuti urbani dei rifiuti speciali non pericolosi, con il relativo costo dello smaltimento a carico del comune e con ingiusti vantaggi economici alla ditta privata e così via”.
“Una normale e lineare gestione delle attività di conferimento potrebbe far risparmiare al Comune di Ischia oltre 1 milione di euro con conseguente riduzione della tassa a carico dei cittadini per almeno il 15%. Ma evidentemente – continua il consigliere di minoranza – Giosi Ferrandino vuole mantenere l’attuale sistema che gli consente di avere voti, fregandosi delle reali necessità del paese”.
Al termine, Bernardo avverte: “qualora il Comune di Ischia non si dovesse costituire parte civile, dopo aver denunciato il fatto alla Procura della Repubblica ed alla Corte dei Conti, provvederò a costituirmi parte civile quale cittadino del Comune di Ischia in surroga del Comune ed invito i cittadini, e soprattutto le imprese, che giustamente si lamentano per il grave carico tributario a fare altrettanto”.

 

Have your say