Video

PALLAVOLO FEMMINILE: SUPER PROCIDA

Prosegue la striscia di vittorie della Maged Procida femminile che dopo cinque gare si conferma capolista del girone A di Serie D. Battute le ragazze della C.U.S Napoli con un triplice 25-20, nonostante il tecnico isolano abbia dovuto affrontare l’emergenza dell’ultima ora dovuta all’assenza delle tre “straniere” rimaste in terraferma, schierando una formazione tutta indigena. Oltre al consueto terzetto composto Melito e Terzo e Sosnivska (ritornata al centro per l’assenza di Serena Scambitelli), Mr Scotto di Marrazzo schiera Di Marino, Pagano e Tania Costagliola per un sestetto titolare completamente sperimentale. Le Gabbianelle comandano sin dal primo scambio e, grazie all’incidenza degli attacchi di Costagliola e all’eccessiva fallosità delle ospiti allungano fino ad un rassicurante +8 a quota 21. Scorta la linea del traguardo, le ragazze si disuniscono consentendo al Cus di ricucire lo strappo arrivando financo a 3 punti di svantaggio. Le ospiti non arrivano mai a contatto ed il parziale si chiude 25-20. Si cambia campo, ma il copione del match non cambia. Le isolane comandano sin da subito, ma senza creare il vuoto creato nel primo set. Clara Gamba, direttamente dal servizio, regala il primo allungo per le padroni di casa. Il secondo, come il primo, si chiude con il punteggio di 25-20 con la sensazione che le ospiti mai avessero potuto vincere il parziale. Viceversa, nel terzo set, sono le ospiti a fare gara di testa. Verso la metà del parziale, l’allungo delle partenopee sembra essere quello decisivo anche per il tecnico isolano, il quale ferma immediatamente il gioco per un time-out chiarificatore. Al rientro dalla sospensione, ad andare a segno sono ancora le ospiti, le quali, toccano addirittura il massimo vantaggio sul 16-12. Qui, diventa decisivo un errore di valutazione del centrale delle universitarie che valuta male una palla trasformando un sicuro errore in una rigiocata per le isolane; Terzo ringrazia e passa all’incasso: 16-13. Il vento ritorna a spirare alle spalle delle Gabbianelle che alzano il livello di concentrazione non facendo cadere più niente nella propria metà-campo con salvataggi prodigiosi che consentono alle padroni di casa di recuperare ed allungare definitivamente. Nello specchietto retrovisore non si vede più l’ombra delle napoletane. Lo spettro del quarto set è stato allontanato e tocca al capitano mettere a terra il punto della vittoria. Una palla carica di tutte le energie accumulate in una gara servita col contagocce dalla palleggiatrice isolana. Le Gabbianelle salutano, per quest’anno, la palestra della SMS capraro con un successo; infatti, archiviata la pratica Cus, ora per le isolane devono disputare due difficili trasferte contro il Pastena (2° in classifica) ed il San Nicola la strada (4°); incontri intervallati dal turno di riposo. Il ritorno sullo scoglio è previsto per l’anno che verrà.

Maged Procida – Cus 3-0 (25-20 25-20 25-20)

Procida: Pagano, Di Marino, Costagliola, Costagliola, Gamba, Melito, Terzo, Calise, Sosnivska, Scotto di Carlo.

di MARCO MEZZO

Have your say