Attualità

COORDINAMENTO CAMPANO IN DIFESA DEL DIRITTO ALLA CASA: IL 6 FEBBRAIO ASSEMBLEA GENRALE

 

La necessità ormai ineludibile di interrogarsi sullo stato della democrazia in Italia e
correlativamente sulle concrete possibilità che un popolo ha di esprimere il suo consenso ha
indotto ad indire un’Assemblea Generale dei comitati e delle associazioni unite tutte in difesa
del diritto alla casa Campania – Sicilia, per il giorno di Martedì 6 Febbraio alle ore 18:00.
L’istanza di rappresentatività che emerge dal basso s’interroga su quanto effettive siano le
possibilità che una problematica sociale delicata e complessa possa essere correttamente
interpretata da una futura assise parlamentare alla cui composizione il popolo non partecipa.
In modo particolare la vicenda della demolizioni di prime case di necessità interessa in maniera
analoga Campania e Sicilia: pianificazione urbanistica obsoleta e storicamente piegata a gruppi
di interesse imprenditoriali, gravi inadempienze amministrative che si declinano anche come
omissioni di vigilanza rispetto alla grande speculazione edilizia, assenza di politiche di housing
sociale e di inclusione abitativa attiva sul modello delle più evolute esperienze del Trentino, del
Friuli, del Veneto. Vincoli ambientali calati “a cartina geografica” insensibili alle specificità dei
contesti urbani. Centinaia di milioni di euro incamerati dallo Stato per pratiche di sanatoria mai
esaminate.
In tutto questo si pensa bene di demolire prime case di necessità oppure di acquisirle al
patrimonio comunale chiedendo in contropartita canoni di locazione parametrati alle tariffe
proibitive del libero mercato (come se non fosse l’inaccessibilità economica del bene-casa una
delle principali con-cause del fenomeno).
Significativo quindi anche il “caso Sicilia” dove l’ipocrisia è tanto più evidente allorquando le
abitazioni se acquisite a patrimonio dello Stato non violano più il contesto ambientale e
paesaggistico e non sono più pertanto da demolire. E’ lo Stato-burocrate che che “passa
all’attacco” individuando in una problematica sociale un’imperdibile occasione di speculazione
finanziaria, dimostrandosi capace di saper speculare anche su vicende umane delicate e
complesse che abbisognerebbero di ben altre soluzioni a partire da piani di riqualificazione e di
rigenerazione urbana, a politiche di housing sociale, a strumenti di pianificazione territoriale
aggiornati, a misure di regolamentazione del libero mercato immobiliare.

L’evento vedrà riunite associazioni campane, siciliane e del basso Lazio, presso il prestigioso
Real sito borbonico della Casina Vanvitelliana del Fusaro, in Bacoli – Martedi 6
Febbraio alle ore 18:00.
L’incontro sarà seguito da una troupe della trasmissione televisiva “Piazza Pulita”,
La7.

COORDINAMENTO REGIONALE DEI COMITATI E DELLE ASSOCIAZIONI CAMPANE UNITE IN DIFESA DEL DIRITTO ALLA CASA

Have your say