Attualità

“SALVINO CONTE, UOMO MITE E BUONO”: IL RICORDO DI BRUNO MOLINARO E GIANPAOLO BUONO

La notizia della morte di Salvino ha lasciato tutti noi attoniti. E pure sapevamo che prima o poi sarebbe accaduto. Ciò nonostante, stamane, un brivido ha percorso la schiena di quanti lo hanno conosciuto e gli hanno voluto bene. La brillantezza dei suoi occhi, la pulizia del suo sguardo, il sorriso ammaliante che in ogni momento ostentava anche ai suoi avversari e nelle occasioni più difficili, il suo carattere solo apparentemente schivo facevano di lui un professionista speciale, ma prima di tutto un uomo unico. Per lui prima di tutto veniva il rispetto profondo per i colleghi; usava sempre toni pacati, mai ha assunto un comportamento fuori le righe, mai ha arrecato una offesa al suo interlocutore; metteva il cuore in ogni cosa, trovando sempre una parola di conforto a chi stava in difficoltà, onesto in tutte le sue manifestazioni, gioioso con gli amici: la sua ironia era davvero coinvolgente quando durante la mattina, dopo le fatiche e le ansie accumulate, era solito portarsi con il solito gruppetto al bar per consumare il caffè e in qualche occasione per dividere il cornetto. Sii certo: ora che non ci sei più, il ricordo di te continuerà a vivere, indelebilmente, in ognuno di noi. Ci hai insegnato che per essere un buon professionista bisogna essere prima di tutto leali e trasparenti; tutte le altre qualità passano in secondo ordine. E questo sarà un monito scolpito nella mente di ognuno di noi abituati, troppo spesso, a scambiare le aule di tribunale in arene. Grazie per la grande lezione che ci hai impartito!

Con affetto Bruno Molinaro e Gianpaolo Buono

1 comment

  1. Uscire di buon mattino e leggere che questo paese, ancora una volta, ha perduto uno dei suoi figli più “belli”, ti stringe il cuore… perdere l’ennesimo pezzo di una “scultura” bellissima addolora e rattrista…ciao Salvino.. e grazie, il tuo sorriso, il tuo paese…non lo dimenticherà mai.

    Rispondi

Have your say