Attualità

MENICO SCALA

PROCIDA, MENICO SCALA: ” I PDGRILLINI PREDICANO BENE E RAZZOLANO MALE…A MODO LORO”

MENICO SCALAI “pdgrillini” predicano bene e razzolano … a modo loro

In questi giorni, anche a seguito di vergognosi e animaleschi accadimenti di cronaca, sulla nostra isola si è riproposta la questione dei migranti alla luce del fatto che l’Amministrazione comunale ha deciso di accoglierne 34, evento per il quale è in corso di espletamento una gara per la gestione dell’accoglienza con un costo a carico dello Stato, per due anni, di oltre un milione di euro.

Così come abbiamo si è espresso in altre sedi ed occasione, si è contrari, sia per quanto riguarda le motivazioni (la nostra è l’isola più densamente abitata del Mediterraneo) che il metodo seguito dall’amministrazione. In effetti ai cittadini si è servito un piatto precotto da altre parti e, a fronte di qualche briciola che sarà lasciata sul territorio tra forniture, sub appalti e qualche consulenza (per quanto ci risulta buona parte dei favorevoli si muove in questo ambito di beneficiabili) il resto della cittadinanza, chi in maniera esplicita, chi sottovoce, di accogliere i migranti proprio non ne vuole sentire parlare.

Questo per svariate ragioni: paura del “diverso”, disinformazione, mancanza di fiducia nello Stato e nell’Ente locale (in Italia come diceva Andreotti “nulla è più definitivo del provvisorio”), ricadute negative sull’indotto turistico, etc.

In tutto questo colpisce la scelta dell’Amministrazione, sino a prima delle elezioni comunali del 2015 propensa a scendere in piazza per le assemblee pubbliche e chiamare a raccolta attraverso i social, ora, viceversa, rintanata all’ombra dell’altare, chiaro sintomo di un processo involutivo dei “pdgrillini” procidani per i quali anche il “business”, tanto utilizzato come grimaldello criminalizzante nei confronti di “quelli di prima” non sembra rappresentare più un limite invalicabile.

 

 

1 comment

  1. ma non ce l’avete un’altra foto di questo signore? ogni tanto compare il suo faccione..

    Rispondi

Have your say